«Un anno ricco di progetti, il prossimo di investimenti»

Venerdì, 29 Dicembre 2017

«Il 2017 è stato un anno molto impegnativo dal punto di vista delle progettazioni, e tanti sono gli investimenti in programma per il 2018». Il sindaco Rossana Soffritti e la giunta (Viola Ferroni, Jacopo Bertocchi, Vito Bartalesi, mancava l'assessora Alberta Ticciati, da poco mamma) hanno tirato le somme nella consueta conferenza stampa di fine anno. «In merito agli investimenti - hanno detto -, l'abolizione del patto di stabilità, l'entrata straordinaria della transazione Enel (881.600 euro) e la situazione pienamente positiva della cassa, hanno permesso di avviare la progettazione, il finanziamento e la realizzazione di importanti lavori pubblici».Rossana Soffritti è partita dalla realizzazione del nuovo campo di calcio, il Mazzola, senza barriere, e la nuova area del parco termale dove, in queste settimane, verrà completato l'allestimento del verde. E' stata inoltre inaugurata la nuova scuola del percorso educativo 0-6, in cui bimbi del nido e della materna potranno trascorrere tutto il ciclo educativo fino alla fine della scuola dell'infanzia. In questi giorni sta finendo la nuova rotatoria su via della Monaca, realizzata dalla Provincia e cofinanziata dal Comune. Realizzata anche la casa dell'acqua, su cui c'è un'altra opera muraria degli studenti dell'Accademia di belle arti di Firenze. «Tanti gli investimenti fatti e che continuiamo a fare nelle scuole - ha detto Soffritti - con manutenzioni anche straordinarie e di messa in sicurezza. Importanti anche gli interventi sulla Rocca di Campiglia, e sulla Rocca di San Silvestro». Con orgoglio la sindaca ha poi ricordato i riconoscimenti dal Ministero per Apritiborgo, e la recente premiazione in Senato di Campiglia tra le "100 mete d'Italia" proprio per il settore cultura e politiche giovanili e sport. E ancora, la riapertura del teatro Concordi affidato alla gestione di Alfea. Alcune importanti opere pubbliche vedranno la realizzazione ad anno nuovo, come il restyling del centro cittadino e di largo Sbarretti, e il parco dei laghetti di Tufaia a Venturina Terme. In bilancio per le opere pubbliche per il 2018 ci sono 935mila euro di risorse disponibili, di cui 715mila andranno alla manutenzione del patrimonio. Partiranno alcuni lotti (totale 355mila euro) per asfaltature, marciapiedi e manutenzione viabilità. Per la manutenzione della pubblica illuminazione, affidata in servizio esterno, ci sono 40mila euro, mentre 31mila sono per la manutenzione del verde per la parte affidata a ditte esterne. Interventi di miglioramento anche su via Cerrini. «Sono 120 mila euro le risorse per la messa in sicurezza idraulica del territorio - ha precisato - su cui l'amministrazione comunale investe da anni». Sarà completata la riqualificazione del parco di Cafaggio con 100mila euro, e anche la zona di via Dini a Campiglia verrà messa in sicurezza dal Comune. Termineranno anche i lavori per l'area di sgambamento per cani, in un'area attrezzata e recintata di via Dante Alighieri. «E' anche tempo di rivedere la pianificazione territoriale avvalendosi dei nuovi strumenti previsti dalla legge regionale - ha ricordato -: una porzione consistente di risorse è dedicata alla stesura del nuovo piano operativo e alla revisione del piano strutturale intercomunale, strumenti essenziali per il governo del territorio e per dare nuovo impulso all'economia della zona». La giunta ha scelto di riservare un ragionamento peculiare alla Tari, la tariffa sui rifiuti, in relazione della fase che il comune di Campiglia Marittima insieme a quelli della Val di Cornia e di Castagneto Carducci stanno attraversando a seguito dell'ingresso in Ato Sud con un adeguamento tariffario graduale, «non contenibile ma governabile». La tariffa di Campiglia Marittima è una tra le più basse per le circa seimila utenze domestiche del comune, una tariffa dove spiccano riduzioni ed esenzioni per reddito (su Isee) e condizioni particolari come la cassa integrazione. Per le circa mille utenze non domestiche la tariffa appare coerente o addirittura più bassa rispetto agli altri comuni per alcune tipologie di attività, mentre per altre (fabbricati tipologia D - produttivi) è più alta. Per riequilibrare questa situazione si è lavorato per gran parte del 2017 instaurando una collaborazione positiva con Ato Toscana Sud e Sei Toscana Spa apportando modifiche per produrre risparmi da dedicare alle tipologie maggiormente gravate dalla tariffa sui rifiuti". Particolare attenzione è sempre, specifica Soffritti, riservata alle politiche fiscali contro il disagio economico e sociale, al sostegno allo studio e alla cultura, alla salute dei cittadini attraverso il contributo alla Asl. «Il Comune - ha anticipato - ha anche effettuato ogni procedura per poter avviare la realizzazione della Casa della Salute ed è in attesa di risposte da parte della Regione Toscana».

Fonte