Differenziata: leader il Monte, gli altri a ruota

Giovedì, 29 Agosto 2019

DUE COMUNI a livello delle città del nord Europa, quasi tutti i municipi che registrano crescite e qualche segnale di vita dal campanile fanalino di coda. Ecco fotografato l’andamento della raccolta differenziata in Valdichiana:i dati si riferiscono al primo semestre di quest’anno e sono rapportati allo stesso periodo del 2018. Non si tratta delle cifre certificate, ma quelle che sono state «pesate» dal gestore. LE STAR INDISCUSSE sono Civitella e Monte San Savino: ora anche questo secondo comune ha valicato il 70 per cento, rispetto al periodo gennaio giugno dello scorso anno ha raggiunto il 73,1% un anno prima era al 68,8%. L’altra regina della categoria è Civitella che dal 70 passa al 72%, mentre fra i Comuni che crescono con la percentuale maggiore, circa il 4%, ci sono Monte San Savino, Marciano e Foiano che però è la Cenerentola della vallata con una percentuale di differenziata inferiore al 34%. Lucignano registra una lieve flessione dal 66% al 65%, cresce di qualche punto percentuale Castiglion Fiorentino, dal 60 al 62%. La crescita più consistente è avvenuta a Cortona, dove dal 46,1 si è arrivati al 51,5%, in questo comune la precedente amministrazione ha puntato sull’estensione della raccolta domiciliare, un passo che l’attuale giunta di centrodestra vorrebbe in parte rivedere con la reintroduzione dei «grandi cassonetti». LA RACCOLTA «SPINTA» porta a porta ha finora consentito ai Comuni di aumentare il livello di differenziata, la tecnica ha comportato l’assunzione di numerosi lavoratori, ma anche un significativo aumento del costo complessivo, un costo che da qualche anno deve essere sostenuto interamente attraverso le bollette. Foiano, rimasto ultimo Comune a procedere in questa direzione, dopo le elezioni ha deliberato l’aumento della Tari del 12% proprio per trovare le risorse per attivare il «porta a porta» e acquisire i cassonetti con apertura tramite tessera. Altro parametro da segnalare è quello della produzione complessiva di rifiuti, nella Valdichiana aretina nel primo semestre di quest’anno sono state raccolte 18.659 tonnellate, un anno prima nello stesso periodo erano state 18.170, in quasi tutti i Comuni si assiste ad una riduzione, anche nel rapporto rifiuti prodotti da ciascun abitante. I NUMERI sono cresciuti solo a Foiano, Lucignano e Marciano, ma la spiegazione del fenomeno deriva dall’apertura del centro di raccolta del Fossatone che serve i tre Comuni e che ha consentito a molte famiglie di svuotare le soffitte.