Rifiuti, nuovi cassonetti ad accesso controllato Riprende la distribuzione

Domenica, 28 Luglio 2019

Nei prossimi giorni nelle zone periferiche dei quartieri di Fornaci, Bani, Lucheria, Pruneto e Gruccia riprenderà la sostituzione dei cassonetti tradizionali con quelli ad accesso controllato. Il ritardo nella sostituzione è dovuto alla mancata consegna al gestore del servizio dei contenitori, di volumetria inferiore rispetto a quelli installati a partire da febbraio nelle strade urbane principali. Il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti con tariffa puntuale è partito a fine febbraio nella zona sud della città del Marzocco e per il conferimento dei rifiuti prevede una tessera relativa a ogni utenza. "Nel campo dei rifiuti - dice il sindaco Valentina Vadi - devono alzarsi gli indici della raccolta differenziata perchè a San Giovanni sono troppo bassi e anche per le condizioni del contratto sulla raccolta stessa non siamo soddisfatti, anche perché sono numerosi gli abbandoni di rifiuti vicino ai cassonetti, che non vengono svuotati con una tempistica adeguata. C' è veramente bisogno da aprire un dialogo forte e serio con il gestore per migliorare il servizio". Al di là di qualche criticità, i primi riscontri riguardanti il bilancio dei servizi di raccolta rifiuti su base annuale indicano un importante aumento della raccolta differenziata, stimabile oltre il 5%. I dati si riferiscono ai primi due mesi (marzo e aprile) dopo la diffusione dei nuovi cassonetti, con il limitatore sui rifiuti indifferenziati dei soli quartieri a sud della città, ma considerando che solo circa un terzo dell'utenza è coinvolta nel nuovo sistema di raccolta, e che l'indice è calcolato per tutto il territorio comunale, la crescita indotta è di significativa rilevanza. A crescere sono state tutte le frazioni, con particolare rilevo riguardo per la componente organica, mentre è diminuita in modo significativo la componente indifferenziata. Le crescenti percentuali di raccolta differenziata testimoniano chiaramente la risposta positiva dei cittadini. Inoltre la sempre maggiore sensibilità alle tematiche ambientali, la diffusione della cultura del riciclo e del riutilizzo, il nuovo sistema di raccolta, hanno trovato una sintesi positiva che finalmente permettono di guardare la realtà cittadina con rinnovato ottimismo e dopo che negli ultimi due-tre anni la percentuali di raccolta differenziata erano diminuite, con questa nuova modalità, che dovrebbe essere estesa a tutta la città, si spera di tornare a crescere.