Lotta all'abbandono dei rifiuti arrivano le foto trappole in paese

Giovedì, 21 Dicembre 2017

Novità in materia di rifiuti ed ambiente a Foiano della Chiana. Da giorni sono apparsi per il paese manifesti e vele pubblicitarie che sensibilizzano la popolazione contro l'abbandono di rifiuti ed informano sul servizio di ritiro gratuito degli ingombranti. A partire dai primi giorni del nuovo anno, prenderanno servizio nel territorio comunale di Foiano gli ispettori ambientali. Il loro compito sarà quello di informare ed educare cittadini ed operatori economici sulle corrette modalità di conferimento di rifiuti urbani, ingombranti e sui servizi attivi nel Comune per il corretto smaltimento. Fondamentale per il Comune di Foiano sarà l'apertura del centro di raccolta, che interesserà anche i Comuni limitrofi di Marciano e di Lucignano. Superati i problemi legati alla ditta socia di Sei Toscana che aveva in gestione i lavori di ristrutturazione ed ampliamento della struttura ex-discarica,i lavori riprenderanno nei primi mesi del nuovo anno, con apertura entro l'estate. Soddisfatto il vice sindaco ed assessore all' Ambiente del Comune Jacopo Franci: "Continuano i progetti di sensibilizzazione e decoro urbano per Foiano. Dall' insediamento della Giunta attuale ad oggi, abbiamo registrato una sostanziale diminuzione degli abbandoni, con una diminuzione del 30% dal 2014 al 2017 ed un raddoppio delle chiamate al numero verde di ritiro gratuito a domicilio, servizio questo apprezzato e capace di dar risposte concrete ai bisogni della cittadinanza. Siamo coscienti che abbiamo ancora molto da lavorare e che ogni abbandono di rifiuto è un danno sia ambientale che economico, in quanto incrementa la tariffa, ma sappiamo anche che la strada intrapresa è quella giusta, i dati e anche il sentire generale ce lo dimostrano in maniera inconfutabile. Lotta all'abbandono dei rifiuti Con il nuovo anno arrivano le foto trappole futabile." L'amministrazione in paese foianese, da tempo impegnata in questa battaglia contro l'abbandono dell'immondizia, piaga purtroppo presente in tutta la Valdichiana e la provincia aretina, continua il proprio lavoro insieme alle scuole e alle associazioni del territorio, e già da questi mesi di fine anno per poi continuare nel 2018 vi sarà una stretta importante su queste tematiche. Infatti, sono state installate ulteriori telecamere di sorveglianza in punti sensibili del paese per controllare, tra le varie cose, anche l'abbandono dei rifiuti, mentre da gennaio saranno installate fototrappole mobili, cioè strumenti innovativi per disincentivare l'abbandono e sanzionare i trasgressori. Le foto-trappole saranno infatti installate nei punti più rilevanti e di richiamo per gli abbandoni,quali postazioni periferiche e di confine con gli altri paesi.