Beccati i furbetti del rifiuti Le foto trappole li sorprendono mentre abbandonano materiale fuori dai cassonetti

Giovedì, 27 Settembre 2018

Rifiuti abbandonati fuori dai cassonetti, dopo qualche settimana dalla loro ativazione le foto-trappole di Sansepolcro "pizzicano" i primi furbetti. Non a caso, poi, sono stati sorpresi proprio nei due punti più sensibili del territorio biturgense: nella zona industriale di Santafiora, proprio lungo via Divisione Garibaldi, e a ridosso della cinta muraria nell'area di Porta Tunisi. Chi sono? Esiste la privacy, seppure da quello che trapela sarebbero anche persone insospettabili. Segnalato l'abbandono di rifiuti ingombranti fuori dai cassonetti - in questo caso materiale plastico, ferroso e pure del cartone - gli ispettori ambientali sono andati a visionare le riprese identificando subito le persone anche attraverso il numero di targa della vettura con cui sono arrivati. Primo mese di attività, quindi, e subito sono arrivati i risultati: nei prossimi giorni le postazioni controllate aumenteranno ulteriormente e in concomitanza di ciò in tutto il territorio comunale aumenterà considerevolmente anche la presenza degli ispettori ambientali. "Misure che permetteranno di effettuare un efficace controllo del territorio, volto a ridurre atteggiamenti errati come lo stesso abbandono dei rifiuti - commenta l'assessore Gabriele Marconcini - che purtroppo ricadono inesorabilmente sull'ambiente e sull'intera comunità". Un progetto voluto fortemente dall'amministrazione comunale targata Cornioli. "Siamo sicuramente soddisfatti e gli strumenti installati subito hanno dato i frutti attesi: una volta identificati i trasgressori, la sanzione è stata elevata dagli agenti della Polizia Municipale. Vogliamo sperare che le mu-te emesse possano contribuire, assieme alla massiccia campagna di sensibilizzazione che stiamo portando avanti, a promuovere comportamenti più rispettosi nei confronti dell'ambiente e di ciò che è di tutti". Già nelle prossime settimana il progetto relativo alle foto-trappole andrà a compimento, con l'installazione di altre postazioni che si vanno ad aggiungere a ulteriori strumenti di controllo che peraltro, nonostante le segnalazioni previste dalle attuali disposizioni di legge, potrebbero essere non marcatamente visibili come quelle istallate fino ad oggi. Dai movimenti ripresi, i trasgressori hanno agito senza problema ignari delle foto-trappole. "Ancora una volta -conclude l'assessore Marconcini - ricordiamo che oltre alla possibilità di servirsi dell'isola ecologica, per i rifiuti ingombranti c'è un apposito servizio che il gestore, così come da contratto, è tenuto ad effettuare gratuitamente nei pressi del domicilio. Come più volte ricordato, tale servizio può essere richiesto contattando il seguente numero verde: 800127484. Inoltre, all'isola ecologica è arrivata anche la tanto attesa pesa: ciò significa che a breve potrà prendere il via anche il progetto già annunciato in collaborazione con i supermercati della zona".