Comuni ‘sostenibili’, cinque riconoscimenti in Maremma

Giovedì, 27 Giugno 2019

CERIMONIA di premiazione della prima edizione di «Ambiente in Comune», il premio promosso da Sei Toscana che ha premiato le amministrazioni comunali che si sono particolarmente distinte, o che lo faranno nel prossimo futuro, per progetti e iniziative di significativa rilevanza nell’ambito dello sviluppo sostenibile. Protagoniste le amministrazioni della provincia di Grosseto. Monterotondo Marittimo ha vinto il primo premio della categoria dei comuni sotto i 5000 abitanti, per il progetto relativo al coinvolgimento dei cittadini in vista dell’avvio della raccolta differenziata sul territorio (obiettivo di sviluppo sostenibile 11 – Città e Comuni sostenibili) e che ha portato a risultati molto importanti, passando nell’arco di meno di due anni dal 25 a oltre il 70% di raccolta differenziata. Primo premio per la categoria dei comuni tra 5000 e 15000 abitanti per Castiglione della Pescaia e il suo progetto #castiglioneplasticfree (obiettivo di sviluppo sostenibile 14 – La vita sott’acqua) che vede la Piccola Svizzera come primo comune dell’Ato Toscana Sud ad aver bandito gli articoli in plastica monouso dal proprio comune. Altri tre comuni maremmani hanno invece ricevuto la Menzione speciale: Magliano in Toscana, grazie al progetto di assistenza alle utenze deboli tramite drone (obiettivo di sviluppo sostenibile 9 – Imprese, innovazione e infrastrutture); Monte Argentario e il suo progetto di pulizia dei fondali marini (obiettivo di sviluppo sostenibile numero 14 – La vita sott’acqua) e Follonica (obiettivo di sviluppo sostenibile numero 15 – La vita sulla terra) con il progetto di conservazione e rigenerazione della pineta di Ponente e del Parco di Montioni. «La grande partecipazione a questa prima edizione – dice Leonardo Masi, presidente di Sei Toscana – è per noi motivo di orgoglio e conferma la grande attenzione verso l’ambiente che caratterizza sempre più le amministrazioni dell’Ato Toscana Sud. Il premio vuole essere una gratificazione e, nello stesso tempo, un significativo incoraggiamento a quelle amministrazioni dell’ambito territoriale dove Sei Toscana opera che hanno manifestano particolare attenzione alla tutela dell’ambiente e del territorio con progetti che meritano di essere divulgati e valorizzati».