A Roccastrada tasse e tariffe invariate

Presentato il bilancio di previsione. Il sindaco: «Si conferma sano e attento alla comunità»

Sabato, 25 Giugno 2016

Il primo cittadino Francesco Limatola, con gli assessori Bruno Medda, Emiliano Rabazzi e Sara Pericci, ha presentato ieri il bilancio 2016 del Comune di Roccastrada. L’ennesima manovra faticosa per far quadrare i conti. Mantenimento delle tariffe e dei servizi rivolti ai cittadini, con attenzione per le fasce deboli; investimenti in opere pubbliche e a sostegno dello sviluppo economico, con agevolazioni per imprese che investono sul territorio; maggiore tutela dell’ambiente, promozione turistica e valorizzazione del patrimonio locale, con una partecipazione sempre più diretta della comunità. Sono queste le linee guida dello strumento contabile 2016, che sarà discusso e approvato dal consiglio comunale lunedì 27 giugno, alle 9. «Il bilancio di previsione per il 2016 del Comune di Roccastrada – dice il sindaco, Francesco Limatola – si conferma sano, solido e attento alla comunità locale e al territorio, nonostante i tagli delle risorse destinate agli locali e l’introduzione della nuova contabilità. La nostra priorità, fin dall'inizio del mandato, è stata quella di mantenere i servizi rivolti a cittadini e imprese alle stesse tariffe e allentando, dove possibile, la pressione fiscale. A questo si unisce una crescente attenzione per il territorio, con investimenti in opere pubbliche e altri interventi in risposta alle richieste dei cittadini». Altre priorità su cui la giunta Limatola continuerà a lavorare sono la tutela ambientale, «stimolando una migliore gestione dei rifiuti, e la promozione turistica del territorio e del suo patrimonio storico, culturale, paesaggistico ed enogastronomico». Su questi due il Comune chiede aiuto anche al tessuto associativo, molto attivo sui fronti culturale, sportivo e sociale. Infine, ma non ultimo, ci sono le gestioni associate, per riorganizzare servizi e funzioni con i Comuni di Cinigiano, Civitella-Paganico e Campagnatico, razionalizzando le risorse, sia economiche che umane. Per quanto riguarda le tasse Roccastrada manterrà invariate le tariffe e le agevolazioni per Imu e Tari. In particolare, sono confermati il taglio di due punti dell’aliquota Imu su immobili concessi in comodato gratuito ai familiari e di un punto sui capannoni industriali, oltre all’azzeramento del 100 per cento della Tari per i primi due anni di attività delle imprese e agevolazioni per le attività già presenti. A questo si unisce il mantenimento delle tariffe 2015 per i servizi a domanda individuale, quali asili nido, mensa e trasporto scolastico: la quota-pasto è diminuita dall’anno scolastico in corso (2015-2016) rispetto a quello precedente (2014-2015) passando da 5,50 a 4,90 euro - mentre il trasporto scolastico sarà ancora capillare su tutto l’esteso territorio roccastradino.