Cassonetti con la card in rodaggio Corsi: «Ma la ‘differenziata’ cresce»

Venerdì, 24 Maggio 2019

IL NUOVO sistema della raccolta dei rifiuti solidi urbani dà segnali positivi. La cultura dei rifiuti sta nettamente migliorando. Infatti, a tal riguardo, il Comune di San Giovanni ha ricevuto dal gestore Sei Toscana i primi riscontri riguardanti la consuntivazione dei servizi di raccolta rifiuti 2018/19. Mese su mese e su base annuale indicano un importante aumento della raccolta differenziata stimabile oltre il 5%. I dati introitano i primi due mesi (marzo e aprile), dopo la diffusione dei nuovi cassonetti con il limitatore sui rifiuti indifferenziati dei soli quartieri a sud della città. Considerando che solo circa un terzo dell’utenza è coinvolta nel nuovo sistema di raccolta, ma l’indice è calcolato per tutto il territorio comunale, la crescita indotta è di significativa rilevanza. Crescono tutte le frazioni con particolare rilevo riguardo la componente organica. Parimenti diminuisce in modo significativo la componente indifferenziata. Le prossime fasi di diffusione, dalle quali sono attesi contributi altrettanti validi sulla percentuale di raccolta differenziata, riguarderanno il completamento della raccolta di prossimità sulle aree periferiche, l’adeguamento dei cassonetti nel quartiere Bani, oltre che l’estensione del nuovo sistema nei quartieri Oltrarno, Ponte alle Forche e Monteceneri-Calambrone. Si ricorda ai cittadini dei quartieri Lucheria, Bani, Fornaci, Gruccia e Pruneto, che non lo avessero ancora fatto, che le tessere 6Card possono essere ritirate presso al Punto Amico del Comune in Via Rosai. Ancora non è stata stabilita la data in cui sarà obbligatorio utilizzare la tessera 6Card per aprire i cassonetti, ma la percentuale di ritiro è tale che presto scatterà questa ulteriore evoluzione del sistema. L’assessore all’ambiente David Corsi afferma: «Le crescenti percentuali di raccolta differenziata che ci sono state fornite, indicano che i sangiovannesi sono sensibili al problema».