Energia, Sei parte dai giovani. La società è entrata come socio nella Fondazione Its, istituto di formazione

Mercoledì, 20 Febbraio 2019

Preparare tecnici specializzati nel settore dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili, adesso ci pensa anche Sei Toscana. L questa la mission della Fondazione Its Energia e Ambiente, istituto di alta formazione post diploma di istruzione secondaria superiore, con sede a Colle Val d'Elsa. Sei Toscana entra, come socio fondatore, a far parte della Fondazione Its, già punto di riferimento regionale per la formazione di tecnici in campo ambientale. L'ingresso nella Fondazione di Sei Toscana è stato ufficializzato ieri mattina, presso la Casa delle Energie ad Arezzo, con le firme del presidente di Sei Toscana, Leonardo Masi, e del presidente di Its Energia e Ambiente, Francesco Macri. Al via così una partnership che metterà in contatto giovani e impresa, garantendo ai primi un possibile futuro sbocco occupazionale e, all'azienda, la possibilità di scegliere i migliori talenti da un potenziale serbatoio di giovani altamente qualificati. Sei Toscana metterà a disposizione dell'Its le proprie competenze, professionalità e know-how aziendali, anche partecipando attivamente a tutta una serie di attività formative organizzate dalla Fondazione. In particolare, il gestore ricoprirà un ruolo all'interno dei corsi dedicati all'economia circolare fornendo il suo apporto sui temi legati alla raccolta e alla valorizzazione dei rifiuti. Sei Toscana inoltre si rende disponibile ad ospitare visite didattiche degli studenti e dei docenti presso le proprie sedi e strutture operative presenti sul territorio, con stage e tirocini. "La prima ragione dell'ingresso di Sei Toscana in Its è quella di favorire l'ingresso di tanti giovani nel mondo del lavoro" ha spiegato il presidente Leonardo Masi "farlo poi in un settore come quello dei rifiuti, che è anche una evoluzione che avrà la Fondazione nel prossimo futuro, è doppiamente importante. Il mondo dei rifiuti è di straordinaria complessità ma anche di grande evoluzione, in cui lo sviluppo tecnologico si pone a servizio di questa grande sfida che stiamo combattendo che è quella che viene definita dell'economia circolare. L'ingresso nella Fondazione, che ringrazio per l'opportunità offerta, si affianca e integra altre iniziative avviate nel segno della formazione e dell'educazione ambientale che vedono Sei Toscana coinvolta in diversi livelli, dalle scuole di ogni ordine e grado fino all'Università, con l'obiettivo di rinsaldare, anche nella dimensione culturale, il rapporto tra la nostra society e i territori nei quali si trova ad operare".
"Continua a crescere questo istituto che ho l'onore di guidare" ha detto il presidente Francesco Macrì". "Diamo il benvenuto a Sei Toscana, il suo ingresso nella Fondazione è un riconoscimento e un'opportunità al tempo stesso. Siamo contenti perché dopo l'ingresso di Estra e altre aziende, questo rafforza la parte ambiente dell'energia. L'obiettivo finale è quello di dare opportunità lavorative ai nostri ragazzi" ha concluso il presidente Macrì.