Differenziata. toccata quota 70 per cento

Venerdì, 22 Febbraio 2019

Cittadini sempre più virtuosi nella raccolta dei rifiuti grazie ai nuovi cassonetti. Confortanti i primi dati che arrivano dalle 250 postazioni installate in zona Giotto e Mecenate. In appena due mesi è già stato raggiunto l'obiettivo del 70% di raccolta differenziata. Ben 10mila cittadini, dopo le difficoltà iniziali probabilmente dettate dalla scarsa informazione, hanno iniziato a prendere confidenza con i cassonetti intelligenti. Ed i primi dati che arrivano dal gestore Sei Toscana sono incoraggianti. Mentre infatti il dato generale che arriva da tutte le altre postazioni è fermo al 38%, è ben sotto la media di quanto disposto dalla comunità europea, dall'altra parte c'è una impennata di raccolta differenziata salita al 70% grazie al sistema Easy, che ha evidenziato l'efficienza del nuovo modello ormai entrando nelle abitudini dei cittadini facendo ben sperare per il futuro. Quello che sembrava infatti essere un miraggio, adesso sembra a portata di mano. "Se il buongiorno si vede dal mattino - hanno detto il sindaco Alessandro Ghinelli e l'assessore Marco Sachetti - gli obiettivi di percentuale di differenziata saranno presto raggiunti". Continua la sfida quindi di sensibilizzare i cittadini a un corretto conferimento dei rifiuti, attuato con un investimento che porterà entro il 2020 a sostituire la totalità dei cassonetti cittadini per poi passare alla card attraverso la quale ci sarà l'accesso controllato ai bidoni permettendo anche di far pagare in bolletta sulla base dei rifiuti realmente conferiti. I presupposti per l'assessore Marco Sacchetti ci sono tutti. "Il corretto conferimento - ha detto permetterà non solo di aumentare la differenziaLa riducendo l'indifferenziata ma anche di alzare il livello della qualità dei rifiuti raccolti. Se le percentuali di differenziata rimarranno alte, avremo vantaggi economici in bolletta fin dal 2020 non dovendo pagare l'ecotassa". C'è soddisfazione per il risultato raggiunto in soli due mesi e quindi prosegue a pieno ritmo l'installazione delle altre postazioni. "Durante il 2018 - ha spiegato Sacchetti - installeremo le nuove postazioni a Salone, nella zona di Arezzo est, tra via Trento e Trieste, via Anconetana e SLaggiano, oltre al centro storico, e alle frazioni del Bagnoro, Santa Firmina e San Marco. A quel punto saranno 40 mila gli abitanti coinvolti nel nuovo sistema Easy che si concluderà nel 2020 con il rinnovo di tutte le postazioni e il coinvolgimento della quasi totalità dei cittadini". Soddisfatto il primo cittadino: "Siamo sulla buona strada che ci proietterà verso il risparmio in bolletta, verso la tariffa puntuale e verso un maggior decoro. Una sfida ambiziosa ma importante anche per una città che ha voglia di porsi come polo di attrazione per i visitatori e non può permettersi l'abbandono dei rifiuti in strada. Ogni cittadino ha un ruolo nel rendere Arezzo consona a livello ambientale e turistico".