Spiaggia pulita 90mila euro a Sei Toscana

Mercoledì, 19 Giugno 2019

Per permettere di usufruire al meglio della spiaggia di Follonica è necessario un'importante opera di manutenzione, con la costante vagliatura degli arenili e con lo svuotamento dei cestini. Di questo servizio negli ultimi anni si è occupata Sei Toscana in qualità di gestore unico del contratto di servizio con Ato Toscana Sud.La gestione della spiaggia rientra all'interno dei servizi opzionali e il corrispettivo relativo a tali servizi deve quindi essere pagato a parte rispetto ai costi della gestione dei rifiuti.Il servizio ha un costo di circa 90mila euro. Se fino al 2015 il Comune pubblicava ogni anno un bando per affidare l'appalto per la pulizia della spiaggia, da anni ormai il sistema è gestito da Sei Toscana. Il servizio prevede anche il posizionamento di nuovi punti di raccolta differenziata lungo tutto il tratto di spiaggia che va dal confine di Scarlino a quello di Piombino, e anche all'interno della pineta di Levante. I punti di raccolta posizionati sulla spiaggia sono composti da tre contenitori di colore diverso destinati alla raccolta di carta e cartone, multimateriale (vetro, plastica, alluminio e tetrapak) e indifferenziato e sono contrassegnati da un cartello illustrativo del servizio realizzato in plastica riciclata. Il servizio di pulizia e svuotamento dei contenitori per la raccolta differenziata viene potenziato durante i mesi estivi quando l'afflusso al mare di cittadini e turisti è più intenso, ma viene garantito comunque per tutto l'anno, anche nel periodo invernale. Intanto, dopo lo stop dettato dal periodo elettorale, nel Comune di Follonica sono state installate le prime telecamere fototrappola in grado di riprendere e segnalare chi abbandona i rifiuti ai cassonetti facendo dei conferimenti sbagliati permettendo così di individuare i responsabili; inoltre presto riprenderà la sostituzione dei vecchi cassonetti con quelli di ultima generazione: cassonetti intelligenti che saranno introdotti anche a Pratoranieri e in tutto il centro dove ancora non è stato sviluppato un servizio di porta a porta.

Fonte