Due mesi di esperimenti Poi occhio alle multe

Venerdì, 15 Dicembre 2017

CIRCA quindicimila persone da gennaio saranno interessate dal nuovo sistema di gestione dei rifiuti. Barbanella, Verde Maremma, centro storico e Cittadella da gennaio a giugno 2018 saranno interessati dalla «rivoluzione dei rifiuti». Il sistema sarà a regime totale – comprendente quindi gli ottantamila, e passa, abitanti del Comune, nel giro di quattro anno. Tra le novità – già annunciata sulle colonne del nostro giornale – di questa rivoluzione, c’è il ritorno ai divieti di sosta per consentire lo spazzamento e le sanzioni per chi sgarra. «Nonostante la presenza di una legge regionale che limita in maniera pesante il potere decisionale dei sindaci in materia di acqua e rifiuti, nonostante le vicissitudini giudiziarie che hanno interessato il gestore, partiamo con una vera e propria rivoluzione – commenta il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna -. Siamo stati ambiziosi, siamo stati caparbi, abbiamo lavorato duramente». Da gennaio parte quindi il nuovo servizio di spazzamento e lavaggio strade che prevede i divieti di sosta: per i mesi di gennaio e febbraio saranno testati percorsi e frequenze che sono stati interamente ridisegnati e ottimizzati. Da Capodanno quindi nelle zone oggetto della sperimentazione saranno apposti cartelli che informano che nel giro di poche settimane saranno introdotti i divieti di sosta. Questi entreranno in funzione dal 31 gennaio in via sperimentale nei quartieri oggetto del progetto, e sarà fatta una importante campagna informativa a riguarda. Niente multe insomma nemmeno a febbraio. Le sanzioni però arriveranno per chi sgarra nel lasciare l’auto parcheggiata nei giorni in cui non è previsto a partire dal 5 marzo.