Bonifiche, l’anno zero

Martedì, 18 Luglio 2017

BONIFICHE, in diciassette anni nessun progetto è partito. Si parlerà di questo ed altro al dibattito pubblico del «Laboratorio delle Idee» per la Val di Cornia, venerdì 21 alle 21 in piazza Cappelletti. Un dibattito sullo stato delle bonifiche ambientali di Piombino. Il laboratorio è stato promosso da cittadini e associazioni dell’intera Val di Cornia con l’ unico obiettivo di approfondire i molti temi che caratterizzano la crisi in cui ci troviamo e di contribuire a delineare visioni e strategie per la loro soluzione.  TRA I TEMI da anni dibattuti c’è quello delle bonifiche dei 930 ettari del Sin – sito di interesse nazionale – di Piombino, strettamente connesso alle prospettive del rilancio industriale, del potenziamento del porto di Piombino e più in generale della riconversione dell’economia locale. «Con l’istituzione del Sin, avvenuta nel 2000, si doveva dar vita ad un programma di risanamento per migliorare le condizioni ambientali e creare nuove opportunità di utilizzo di questo immenso territorio. Nei 17 anni successivi, nonostante gli infiniti Accordi di programma sottoscritti, nessun progetto di bonifica ha preso avvio, neppure laddove esistevano reali risorse finanziarie, come nel caso delle bonifiche di Città Futura e della discarica di Poggio ai Venti». Quello delle bonifiche, in quanto preliminare a tutti gli altri, è il primo dei temi che il Laboratorio ha deciso di affrontare e venerdì presenterà una ricerca documentata sullo stato delle bonifiche.