Nuovi cassonetti, vola la differenziata

Domenica, 17 Marzo 2019

La differenziata vola e dopo l'incertezza iniziale i cittadini hanno imparato a usare i nuovi cassonetti. Arrivano infatti segnali molto positivi per l'efficacia dei nuovi modelli Easy, dislocati finora in diverse aree della città con una concentrazione quasi definitiva per il quartiere Giotto. Proprio da qui arrivano i dati incoraggianti per i primi due mesi di "lavoro", ovvero dicembre 2018 e gennaio 2019. "Dai dati che ci sono arrivati abbiamo visto che si è raggiunto il 70 per cento" spiega l'assessore comunale all'ambiente Marco Sacchetti, che spiega come nei prossimi mesi verrà completata la distribuzione: "L'installazione di tutti i nuovi cassonetti durerà ancora parecchio, per tutto il 2019 e forse anche il 2020, per coprire tutte le postazioni". Notizie positive anche quelle fornite al Comune dall'impianto di San Zeno: ovvero in merito alla qualità della differenzia ta, in particolare l'organico, che ha raggiunto livelli ottimali. Nel senso che quanto conferito risulta essere stato selezionato in maniera corretta. Una volta completata la sistemazione di tutti i cassonetti si procederà alla chiusura e alla distribuzione della card per l'accesso controllato, che Sei Toscana in realtà ha già consegnato in alcuni centri del Grossetano e del Senese. Ad Arezzo invece questa novità ancora può attendere. Per una scelta ben precisa. Ovvero la volontà di procedere per diversi livelli prima di passare definitivamente a un sistema che almeno all'inizio potrebbe presentarsi complesso e creare qualche problema anche agli uffici competenti. E' sempre l'assessore Sacchetti a sottolineare che "è un obiettivo di medio termine, per dare concretezza allo slogan `chi più inquina più paga". Ma è anche vero che bisogna completare l'installazione dei cassonetti. E il meccanismo in una città come Arezzo richiede tempo. Una volta diffusi gli Easy su tutto il territorio procederemo anche alla distribuzione delle card".