Rivoluzione rifiuti: Pitigliano verso la raccolta di prossimità

Sabato, 15 Giugno 2019

Dal 1º luglio cambia il servizio di raccolta rifiuti nel comune di Pitigliano. Viene tolto il porta a porta e anche nel centro abitato si passa alla raccolta differenziata di prossimità, già attiva dall'anno scorso al Casone e nelle campagne. In questi giorni l'amministrazione comunale sta consegnando ai cittadini interessati dalla modifica una lettera e un pieghevole con le informazioni. Martedì 25 giugno, alle 18.30 al Teatro Salvini si terrà un incontro pubblico per spiegare ai cittadini la nuova organizzazione del servizio. «Siamo convinti che la raccolta differenziata sia ormai un obiettivo irrinunciabile - commenta il sindaco Giovanni Gentili - tuttavia il sistema porta a porta introdotto 6 anni fa nel centro abitato di Pitigliano, non ha portato alle percentuali di differenziata adeguate a giustificare il costo del servizio e i disagi creati alle famiglie. Prima di rinunciare al porta a porta abbiamo riflettuto sulle possibili alternative e valutato tutti gli aspetti. Il nostro non è certo un passo indietro in termini di impegno per l'ambiente: al contrario è la dimostrazione che vogliamo differenziare bene e di più, cercando il sistema di gestione dei rifiuti più adatto al nostro territorio e tenendo conto delle esigenze dei cittadini. Abbiamo trovato la risposta migliore nella raccolta differenziata di prossimità, che è stata avviata l'anno scorso al Casone e nelle campagne. Introdurre la raccolta di prossimità anche nel centro abitato di Pitigliano ci consentirà di ridurre la Tari a parità di rifiuti differenziati; di avere un servizio più flessibile e adatto alle seconde case con un conseguente aumento atteso della percentuale di raccolta differenziata». «Un altro obiettivo della riorganizzazione è quello di migliorare il decoro urbano, in particolare del centro storico, e offrire un servizio coerente con la vocazione turistica del nostro paese - aggiunge Monica Moretti, consigliera delegata ai rifiuti -. Anche i risultati del sondaggio promosso la scorsa estate da Sei Toscana tra i cittadini dei territori in cui è attivo il porta a porta, confermano la scelta che abbiamo perseguito: la maggior parte delle persone ha dichiarato di essere insoddisfatta e ha chiesto di cambiare». Le categorie di rifiuti rimangono le stesse del porta a porta. La sola differenza è che non ci saranno più i ritiri personalizzati giornalieri sotto al portone di casa, ma ci saranno dei piccoli bidoni a una breve distanza dall'abitazione, dove gettare il rifiuto differenziato in qualsiasi ora del giorno, tutti i giorni. Le postazioni di prossimità che saranno posizionate prevedono contenitori di colore diverso per materiali diversi da conferire: blu per carta e cartone; marrone per l'organico; verde per il vetro; giallo per il multimateriale leggero: alluminio, plastica, poliaccoppiati; grigio per l'indifferenziato. I mastelli per organico e vetro attualmente in uso non dovranno essere riconsegnati. Gli ingombranti si ritirano gratuitamente a domicilio su prenotazione www.seitoscana.it o si portano al Centro di Raccolta al Piano (martedì, giovedì e sabato, 15-18, nuovo orario dal 1º luglio).

Fonte