Lotta all’abbandono dei rifiuti: ecco come fare

Martedì, 17 Aprile 2018

SOSTA a Sansepolcro, ieri di prima mattina, per «Keep Clean and Rice», la campagna nazionale contro l’abbandono dei rifiuti. Un percorso in bicicletta di 969 chilometri, con missione da «spazzini», iniziato giovedì scorso a Bari e con capolinea giovedì prossimo a Chioggia. Un ideale percorso mare-entroterra-mare nel quale Sansepolcro si è inserita lungo l’itinerario della tappa che collegava Città di Castello con il Comune romagnolo di Meldola. A Porta Romana, il responsabile tecnico di Sei Toscana, Gian Luca Ranieri e l’assessore biturgense Gabriele Marconcini hanno accolto la delegazione capitanata da Roberto Cavallo, amministratore delegato della cooperativa Erica, che persegue l’obiettivo di una riduzione complessiva della produzione dei rifiuti. Quelli abbandonati sono un problema non solo terrestre ma anche marino, al punto tale da arrivare alla conclusione secondo cui più del 70% dell’inquinamento dei mari abbia origine nell’entroterra. «KEEP CLEAN and Ride ha un grande potenziale di sensibilizzazione della popolazione, come conferma anche il successo delle prime tre edizioni – ha detto Roberto Cavallo – e il littering, l’abbandono di rifiuti che uccide i nostri mari, va contrastato nei suoi luoghi d’origine, ovvero nell’entroterra. Tutti possono fare due semplici gesti per combatterlo: evitare di abbandonare i propri rifiuti e chinarsi per raccogliere quanto sta già inquinando l’ambiente». E l’assessore Marconcini ha sposato questa tesi: «Vogliamo cogliere l’occasione per riportare l’attenzione su un problema di grande attualità. Iniziative come questa possono contribuire a infondere maggiore sensibilità sul tema – ha sottolineato Marconcini – e noi, come Comune, siamo stati sempre attivi su questo fronte; lo saremo anche in futuro, consapevoli del fatto che certi risultati potranno essere raggiunti solo a partire da noi stessi, dal nostro modo di pensare e dai nostri atteggiamenti quotidiani. Come su altri problemi propri del nostro tempo, anche sull’abbandono dei rifiuti dobbiamo fare un salto di qualità». Due parole anche da parte di Ranieri: «Accanto ai servizi che ogni giorno offre per la corretta raccolta dei rifiuti – dice Ranieri – il gestore si impegna attivamente in queste iniziative di sensibilizzazione ed educazione ambientale, ricordando a tutti che la bellezza di questo territorio e la salvaguardia dell’ambiente passano anche dalle corrette abitudini di tutti i cittadini».