Il Comune primo per la raccolta differenziata

Domenica, 15 Settembre 2019

La raccolta differenziata raggiunge il 62,25% e piazza Castiglion Fiorentino primo tra i nove Comuni aretini con più di 10 mila abitanti. "Due terzi di rifiuti raccolti a Castiglion Fiorentino vengono differenziati. Il dato, fornito dall'Ato Toscana Sud, emerge dopo un primo bilancio dei primi sei mesi di attività dell'anno in corso. Infatti, la quantià di RU complessiva ammonta a 3.170.982 mentre quella differenziata è pari a 1.973.952 con una percentuale di 62,25" sottolineano dal Comune confermando che si registra un + 1.56 % rispetto allo scorso anno. Il Comune è primo tra quelli con più di 10 mila abitanti. Seguono Terranuova Bracciolini, Cortona, San Giovanni Valdarno, Arezzo, Montevarchi, Bucine, Sansepolcro e Bibbiena. "Nel 2016 - afferma l'amministrazione comunale - siamo partiti da 27,80 % di raccolta differenziata passando, nel 2017, a 40,7 %, per arrivare al 2018 con 60,69 chiudendo questi primi 6 mesi dell'anno con un 62,25% di raccolta differenziata". Resta da migliorare il settore dell'organico. Dal 2017 ad oggi, prendendo in esame i primi sei mesi dell'anno, si è passati da 64.140 di rifiuti organici intercettati e quindi raccolti a 118.440 di quest'anno. "La riorganizzazione del sistema Porta a porta - affermano sempre dal Comune - sull'ottanta per cento del territorio, ha portato i suoi frutti ma ora s'impone una riflessione su come è possibile ridurre il conferimento dei rifiuti, forse l'unica strada per ridurre il costo della Tari. Ecco che le compostiere possono diventare un valido alleato per la raccolta differenziata". Da sottolineare anche i dati dell'Isola ecologica di via Arno. Nel 2018 sono state 966 le persone che hanno conferito nella struttura registrando 6.927 accessi, circa 600 al mese. Complessivamente sono stati raccolti 1.150 quintali di carta e cartone, 1.140 di rifiuti ingombranti, 683 quintali di vetro, 564 di metallo, 394 di legno, 235 di verde, sfalci e potature, 290 quintali di Raee, 43 quintali di batterie, 23 di olii esausti e infine 3 chili di medicinali. "Se da una par-te si riducono i rifiuti che vengono conferiti dall'altra il cittadino che si avvale della compostiera ha la possibilità di abbassare l'importo della Tari. Importante anche il ruolo dell'Isola Ecologica, grazie alla somma di punti ponderali si può ottenere un bonus" ha dichiarato l'assessore all'Ambiente Francesca Sebastiani. Per avere le compostiere deve essere effettuata la richiesta all'Ufficio Ambiente (Via San Michele numero 64 - telefono 0575 65 64 85).