Rifiuti abbandonati, prime sanzioni

Martedì, 15 Ottobre 2019

Quello dell’abbandono dei rifiuti è un tema importante e delicato che interessa sempre più comuni del territorio e proprio per arginare tale fenomeno le amministrazioni cercano di correre ai ripari con regolamenti appositi. Anche il Comune di Bibbiena sta portando avanti una politica anti abbandono a tutela dei cittadini e dell’ambiente e grazie all’inserimento delle foto trappole è già arrivata la prima denuncia per abbandono di rifiuti. Alcuni giorni fa infatti, all’interno del comune casentinese,è stato rintracciato il responsabile di un abbandono irresponsabile che è quindi stato sanzionato ai sensi di legge. «Sicuramente parlare di prevenzione e basta fa più piacere, ma nella situazione che ultimamente ci siamo trovati ad affrontare è necessario anche intervenire con chi, incurante delle regole e del rispetto altrui oltre che dell’ambiente, continua ad abbandonare – commenta l’assessore competente Francesco Frenos – ci sono strumenti che consentono ai privati di smaltire in sicurezza solo chiamando un numero verde, tra l’altro è possibile prenotare il ritiro di rifiuti ingombranti anche direttamente dal sito di Sei Toscana. Chi, in barba a tutti e tutto abbandona, mettendo a repentaglio anche la sicurezza stradale, deve iniziare a rispondere di ciò che fa. Il piano per il presidio del territorio che questa amministrazione sta portando avanti, ci sta dando soddisfazione oltre che ragione». Il degrado ambientale provocato dal continuo abbandono di rifiuti è un fatto di immediata percezione e riguarda ogni tipologia di spazzatura. Le cause di questa crescente problematica sono molteplici e proprio per questo le amministrazioni si stanno impegnando per evitare che questa brutta pratica aumenti. «L’abbandono dei rifiuti, ma anche il decoro e la sicurezza stradale ci riguardano da vicino e sono elementi sensibili che incidono sul buon vivere. Su questi aspetti – prosegue Frenos – intendiamo lavorare senza sosta. Anche sulla sicurezza stradale stiamo portando avanti un confronto con la Prefettura, nell’ottica di un lavoro condiviso, per incidere sulla eccessiva velocità che sempre più spesso ci viene segnalata come problematica importante sia sulla direttrice della Statale 71 che sulle strade interne del nostro territorio». In questa occasione la foto trappola installata dall’amministrazione comunale è riuscita ad inchiodare e punire chi ha abbandonato senza rispetto per gli altri e per il proprio territorio dei rifiuti ingombranti. Purtroppo queste scene, nel territorio di Bibbiena si sono ripetute spesso anche di recente e hanno portato glia amministratori a definire un piano di intervento mirato. «L’abbandono degli ingombranti non è solo un gesto di inciviltà, ma anche un costo enorme per la comunità e questo non ce lo possiamo permettere. Il mio appello non è rivolto solo a chi abbandona – conclude l’assessore – ma anche a coloro che vedono, è importante che tutti noi ci rendiamo consapevoli che quello che viviamo è il nostro territorio, è la nostra casa e che come tale va tutelata. Invece di lamentarci di ciò che non viene pulito preoccupiamoci di chi sporca impunemente. Forse così vivremo tutti in un territorio più efficiente e più bello sotto tutti gli aspetti».