“Via Celso Cittadini. Topi, grave incuria e parcheggi selvaggi”

Domenica, 22 Novembre 2015

Incuria, aree verdi dove gli arbusti sono arrivati a toccare altezze notevoli, “parcheggio selvaggio”, scarsa illuminazione della strada e di tutta l’area, persino topi che girano per la via. Gli abitantiedi commercianti sono arrabbiati.Hanno da poco effettuato alcune riunioni di condominio e adesso hanno deciso di rendere pubblico quanto sta avvenendo da alcuni mesi in via Celso Cittadini. Dove sembra che le problematiche siano svariate. Angela Brizzi, titolare dell’attività La Pimpinella, ci racconta quanto sta accadendo: “Ci sentiamo dimenticati dalComune - dice -.Purtroppo da alcunimesila situazione qui è cambiata e dei nostri problemi nessuno se ne occupa”. “Parcheggio selvaggio” AngelaBrizzi cita una ad unale questioni aperte. Le enumera proprio: “La prima è relativa ai parcheggi - dice -. Qui non c’è più nessun controllo. Il parcheggio non è sorvegliato, qui c’è il sistema del disco orario ma nessuno lo rispetta più e quindil’areadiventauna sostacontinuata e spesso viene utilizzata per le macchine di chi abita nei palazzi di fronte. Ma questo parcheggio eranatoperle attività che sonopresentinella zona, non per gli abitantidel palazzodi fronte.Fino aqualche tempo fa passavano continuamente i vigili urbani che controllavano la situazione e facevano le multe a chi non rispettava il disco orario, ma da mesi questi passaggi e questi controlli della Polizia municipale sono diminuiti. Con il risultato che ora ognuno fa come vuole, senza rispettare minimamentele regole.Tutto questo - continualaBrizzi - rappresenta unproblema perle attività commerciali. I clienti arrivano qui, trovano il posto occupato da macchine che non dovrebbero trovarsi lì e se ne vanno. Per noi commercianti tutto questo diventa un problema di natura economica.E poi non si vedono più le strisce. Le macchine parcheggiano anche a casaccio,inmaniera disordinata. Immagini i problemi dei corrieri che arrivano per rifornire i negozi e che quindi hanno difficoltà nelle operazioni di carico e scarico delle merci. E se deve passare unamamma con il carrozzino o una persona sulla sedia a rotelle come può fare?Pernon parlare della possibilità dell’arrivo di un’ambulanza: in quel caso cosa facciamo, lasciamo morire una persona perché l’ambulanza non può né passare né parcheggiare?”. Pulizia della strada La seconda questione aperta riguarda la pulizia della strada. “In pratica - taglia corto la titolare de ‘La Pimpinella’ - la strada non viene più pulita. In unlato della viale operazioni sono state praticamente annullate, dall’altro lato francamente non so, ma di rado vedo i mezzi spazzatrici.Questa èla seconda problematiche che stiamo vivendo. Fino a non molto tempo fa non era così, c’era unamaggiore attenzione verso questa zona della città. Per non parlare delle aree verdi, con arbusti che vengono lasciati crescere a dismisura. Davanti al mio negozio ho una siepe che è diventata una sorta di giungla. Ed il paradosso è che noi non possiamo metterci le mani, non possiamo neppure pensare noi a tagliare queste erbacce perchéle aree verdi sono di proprietà del Comune. E allora perché non mandano qualcuno a ripulire? Cosa aspettano? Le aiuole che si trovano davanti alle attività commerciali sono ormai delle vere e proprie pattumiere. E francamentemancano anchei cestinidove poter gettare la piccola spazzatura”. Topi Poi racconta un episodio che può spiegare il degrado dell’area e che ha fatto infuriare più di un abitante e commerciante: “Da mesi si vedono topi che gironzolano per l’area. Quest’estate - dice la Brizzi - una pantegana è entrata persino nel nostro negozio, pensi che situazione. La zona è infestata dai ratti”. Scarsa illuminazione Quarta problematica: la scarsa illuminazione. “L’area è buia, molto buia. Mi è capitato più di una volta di dover accompagnare qualche anziano dall’altro lato della strada. Ancheperchéda viaCelso Cittadini le auto sfrecciano a velocità inaudita, senza nessun tipo di controllo o di dissuasori. Ci sono strisce pedonali,ma sono poco visibili e poco rispettate. Anche in questo caso i vigili urbani devono intervenire perchéle regole vanno rispettate. E questa problematica riguarda la possibilità che si verifichinoincidenti. Qui si parla addirittura di rischi perla vita umana, perché questa strada non è sicura per i pedoni”. Una risposta dal Comune Il tonodi voce diAngelaBrizzi è arrabbiato. Le questioni da lei citate sono numerose. Gli abitanti di via Celso Cittadini si aspettanol’intervento dell’amministrazione comunale che possa risolvere tutti questi problemi.