Stella chiede altri controlli

Allarme radioattività

Giovedì, 16 Ottobre 2014

Nuovi controlli alla Tioxide del casone di Scarlino. Li chiede all'Arpat il sindaco di Scarlino, Marcello Stella, che ha incontrato i responsabili di Arpat e Asl per discutere dei sospetti di contaminazioni radioattive durante il ciclo di produzione dell'industria chimica. Sulla vicenda la procura di Grosseto ha aperto un'inchiesta, poi trasferita per competenza alla Direzione distrettuale antimafia di Firenze. Nell'incontro, spiega una nota del Comune scarlinese, «è stato richiesto ad Arpat di provvedere, tramite il Dipartimento settore radioattività di Firenze Area Vasta Centro, ad ulteriori controlli nel sito di Montioni, al fine di verificare lo stato dell'area in tempi brevi. Il sindaco – si legge ancora – nel condividere le preoccupazioni dei lavoratori e dei cittadini, accoglie positivamente l'intervento della Regione e le richieste del sindacato per la convocazione di un incontro, che sarà effettuato il 21 ottobre con i soggetti interessati».