Ponte sull’Arno nel degrado. Occorre subito la bonifica

Venerdì, 13 Giugno 2014

Il vecchio Ponte Sull’Arno a San Giovanni ha urgente necessità di interventi. Ci sono dei punti pericolosi nella ringhiera. Infatti, parte dell’artigianale ringhiera versa in condizioni precarie, potrebbe essere rischiosa per i passanti sul marciapiede. Il tempo ha corroso i tubi in ferro, che in quel tratto sono diventati rugginosi e potrebbe staccarsi qualche elemento. Perciò, da qui deriva il pericolo per i pedoni. I lavori di riparazione e nuova sistemazione, sono stati già affidati a una ditta specializzata del Valdarno. Costo dell’opera è di 3.400 euro. A fine 1900 il Ponte Vecchio fu chiuso per una forte opera di consolidamento, a cura della Provincia di Arezzo, per la quale furono necessari mesi di chiusura. Il Ponte Vecchio ha 68 anni di vita, è stato costruito nella medesima posizione in cui si trovava quello allestito in ferro, senza arcate. Era piatto, sottoposto all’alluvione. Il Ponte in Ferro venne distrutto durante l’ultima guerra, poco prima del passaggio del fronte, appunto per la liberazione di San Giovanni Valdarno. Allora il Ponte di Ferro sosteneva pochissimo traffico, fatta eccezione per i mezzi pesanti militari. Il ponte ricostruito ad archi, è andato via via sempre più transitato dagli automezzi, oggi è spesso intasato dal traffico, specie nelle ore di punta. Sulla sponda destra è stata decisa una rotatoria per snellire il traffico. E forse ne saranno costruite altre due al Ponte Nuovo ‘Pertini’, una per sponda