Politici, bambini, quartieristi e rifugiati: tutti insieme a ripulire la città

Via le scritte dai muri e taglio dell’erba nelle aree verdi per la Giornata del decoro.

Domenica, 1 Giugno 2014

Amministratori, consiglieri comunali, bambini,volontari di UtilEtà, cittadini stranieri, rifugiati, quartieristi della Giostra, persone di ogni età, si sono date appuntamento ieri mattina, di buon ora, per dedicare il loro tempo alla “cura” della città. Ieri mattina “il popolo del decoro” si è messo in azione molto presto.L’obiettivo era quello indicato dall’Amministrazione comunale: ripulire alcune aree, cancellare scritte daimuri, rendere accessibile ogni area verde. Il sindaco Fanfani ha visitato i “piccoli cantieri” del centro. In quello alla ex Cadorna al lavoro i cittadini delle comunità straniere e i rifugiati, i consiglieri comunali Ruzzi e Pagliazzi e l’assessore Dringoli. Nel giardino di via Leone Leoni gli alunni e la vice preside del Convitto. In azione anche gli alunni della Pio Borri con attività di piccola manutenzione dell’area verde Campioni in accordo con le attività del pomeriggio dell’associazione Cngei sezione Arezzo con la verniciatura del passamano della pista da pattinaggio. In Porta Buia i quartieristi della Giostra, in particolare ma non solo quelli di Porta delForo.Al QuartierediPorta Sant’Andrea, taglio erba e verniciatura delle scritte e interventi di pulizia varia; al Quartiere di Porta Crucifera, pulizia presso la sede e piazzetta Crucifera; alQuartiere di Porta Santo Spirito, manutenzione epulizia Giardini Porcinai. Anche le frazioni di Quarata e Giovi sono state interessate dagli interventi dei tanti volontari che ierimattina sono scesi in strada“armati”di secchi, rastrelli e pennelli. Ma quella di ieri non sarà l’unica giornatadedicata alla “cura” della città. Gli interventi voluti dall’Amministrazionecomunale infatti proseguiranno anche nel mese di giugno.