A Pasqua cassonetti stracolmi, rifiuti in strada e staccionate divelte in pineta: che sia l’ultima moda per fare turismo?

Martedì, 22 Aprile 2014

Sporcizia e vandali: benvenuti a Follonica C’era una città sporca il giorno di Pasqua. C’era una città non curata ad accogliere i primi turisti della stagione. Con cestini stracolmi di sporcizia, con l’ingresso della pineta di Ponente “sommerso” dai rifiuti,con le staccionate divelte. Cosi poco accogliente da far commentare a qualche imprenditore turistico: “La città è sporca. Specialmente nella zona della pineta. Sono in imbarazzo per i miei clienti e per i vacanzieri che sono venuti qui per la Pasqua”.E alcune fotografie (per altro postate anche sui social network) parlano da sole. L’accesso alla pineta di Ponente la mattina di Pasqua si presentava “intralciato” da cartacce e cartone, mentre a pochi metri di distanza faceva brutta mostra di sé una vecchia sdraio blu (a quanto pare lasciata lì da alcuni mesi). Un cittadino ha invece descritto in una nota inviata all’Aamministrazione (tramite il sito del Comune) le “precarie” condizioni in cui si presentava, sempre domenica mattina, l’interno della pineta: “Steccati di legno divelti, cestini dei rifiuti a terra, sporcizia da tutte le parti”. In questo caso gli autori dello scempio sarebbero i soliti vandali.“ Possibile – continua ancora il follonichese - che questi personaggi non comprendano che i beni pubblici sono di tutti e che per ripristinare il danno sono necessari tanti bei soldoni? Ma dove sono andati a finire il rispetto e il senso civico?”. C’è poi chi evidenzia anche la “pessima” abitudine di tanti (furbetti) possessori di seconde case di collocare i cartelli con scritto “Affittasi mesi estivi” ai tronchi degli alberi del lungomare Italia.Un’offesa al decoro del viale. Ma non solo. Anche una violazione delle regole. Che, a quanto sembra, nessuno è intenzionato a far rispettare”.