L’integrazione passa anche dalla raccolta differenziata

I membri del consiglio comunale dei ragazzi di Montevarchi hanno tradotto la guida in sette lingue.

Mercoledì, 9 Aprile 2014

L’integrazione passa anche dalla comprensione dei gesti quotidiani. E così avere una guida in lingua madre su come differenziare i rifiuti aiuta chi italiano non è a sentirsi più vicino alle pratiche del Bel Paese. Nel programma elettorale dello scorso anno il consiglio comunale dei ragazzi di Montevarchi, nell’ambito del progetto “Io come te”, aveva fissato una serie di attività per vivere in un ambiente scolastico e cittadino ottimale da ogni punto di vista.  Nella fase attuativa del programma il gruppo ambiente ha proposto la traduzione della guida alla raccolta differenziata nelle lingue più parlate nelle scuole dei giovani del consiglio comunale dei ragazzi: indiano (punjabi), rumeno, albanese, arabo, spagnolo, portoghese e francese. Il 5 marzo scorso, quindi, i consiglieri hanno cominciato il loro lavoro e tradotto il volantino sulla raccolta differenziata promosso da SeiToscana. Al loro fianco l’indispensabile aiuto degli insegnati, dei genitori, dei rappresentanti delle comunità e delle associazioni di stranieri presenti sul territorio di Montevarchi e non solo. In questi giorni i ragazzi del consiglio comunale hanno presentato e distribuito alla cittadinanza la brochure tradotta durante i consueti mercati settimanali di Levane e Montevarchi.