Impianto a biomasse a Levane. Ritardi sul protocollo per lenire il disagio ambientale

Montevarchi Protesta dei residenti

Martedì, 22 Luglio 2014

Disagio ambientale dell'impatto a biomasse di Levane. L'associazione Sprondoro denuncia ritardi nell'attuazione del protocollo d'intesa che avrebbe dovuto aprire la strada ad azioni di mitigazione degli effetti creati dalla centrale di produzione elettrica alimentata con legname ed altri scarti vegetali. Nei mesi scorsi, al termine di un acceso dibattito circa l'opportunitàdi aprireunimpianto abiomasse, inuna  zona già pesantemente segnata dalla presenza industriale edagli altivolumidi trafficoveicolare, l'amministrazione comunale firmò un protocollo d'intesa con l'associazione Sprondoro dove venivano individuati alcuni interventi a beneficio dei cittadini residenti nella zona tra Levane e Levanella che maggiormente avrebbero subito i disagi provocati dal nuovo impianti industriale. "L'amministrazione comunale è giunta alla stipula di tale atto - ha ricordato Mauro Buffoni, esponente dei Democratici eProgressisti -dopopiùdiunannoche il Consigliocomunale aveva individuato, con l'approvazione di una specifica mozione, un percorso e degli obiettivi da perseguire per limitare il disagio e l'impatto provocato dalla presenza dell'impianto a  biomasse." I mesi sono passati, nel parlamentino locale non si è più parlato della vicenda,maa ricordare che il problema esiste è arrivata sui banchi consiliari una lettera dell'associazione Sprondoro. "Qualora le azioni oggetto del protocollo - hanno affermato i consiglieri di opposizione Buffoni e Camiciottoli - non possano essere perseguite crediamo sia politicamente responsabile individuare, nella massima trasparenza e condivisione delle parti, i correttivi più idonei che tutelino gli scopi originari." I due esponenti dei Democratici e Progressisti hanno anchepresentatounainterrogazione consiliare per conoscere lemotivazioni degli eventuali ritardi nell'attuazione dei progetti di mitigazione del danno ambientale ed un coinvolgimento delle commissioni consiliare affinché il tematorniad essere affrontato inmodotale da tenere al corrente l'opinione pubblica. Upirmopasso per arrivare a mettere inpratica inizitive che possono attuare il danno ambientale e diano garanzie agli abitanti della zona. Abitanti che si sono lamentati dei disagi avuti dal fatto che nella zona sorgono molte industrie.