Follonica, costi troppo alti, la differenziata sarà estesa soltanto alla zona della chiesa di San Leopoldo. Via libera al porta a porta ma solo a metà

Martedì, 4 Agosto 2015

FOLLONICA. Per il 2015 il porta-a-porta sarà esteso solamente ad una parte del centro cittadino. Parliamo della proposta dell'Amministrazione comunale di Follonica di estendere la raccolta differenziata nei quartieri dove ancora non è presente (Cassarello, Senzuno, Zona Nuova, Pratoranieri, Centro e zona industriale) solo per la parte organica (scarti di cibo, residui del giardinaggio, carta unta, e altri rifiuti simili): in pratica l'idea dell'assessore Mirjam Giorgieri era quella di introdurre il ritiro puntuale della spazzatura che, essendo per lo più umida, produce cattivi odori; ma l’idea era anche quella di abituare i cittadini che ancora non fanno la diversificazione degli scarti alla suddivisione, se pur parziale. Questa proposta avrebbe fatto sì che sparissero i bidoni ai lati delle strade, utili a raccogliere l'organico e l'indifferenziato: altro aspetto positivo, visto che tanti follonichesi che abitano nelle zone dove è presente il porta-a-porta spesso portano i loro rifiuti nei cassonetti che si trovano nei rioni ancora senza obbligo di differenziata. Una abitudine consolidata: per non perdere tempo a suddividere la propria spazzatura si preferisce caricare in macchina il sacco e buttarlo nella prima postazione che si trova per strada andando così contro il regolamento comunale. Ma l'idea dell'assessore non è andata a buon fine: a impedire l'applicazione della proposta del comune di Follonica sono i costi. In pratica qualora l'Amministrazione avesse deciso di applicare questa formula avrebbe pagato due volte la stessa cifra, prima per l'introduzione del porta-a-porta solo dell'organico, poi per quella relativa a tutte le altre tipologie di rifiuto. Un prezzo troppo alto per le casse comunali: quindi, niente da fare, per ora la differenziata arriverà solamente nelle strade vicine alla chiesa di San Leopoldo, dove già sono presenti poche postazioni per la raccolta della spazzatura e dove l'organizzazione per il ritiro non sarà complicata, proprio come preventivato già ad inizio anno. L'operazione partirà subito dopo l'estate. «Abbiamo chiesto un altro preventivo a Sei Toscana per capire quanto costerebbe attuare il servizio di raccolta puntale dell'organico nei ristoranti e bar di Follonica, magari solamente nel periodo estivo quando la presenza dei turisti fa aumentare il lavoro dei locali cittadini – spiega Giorgieri – Già infatti è attivo per le utenze non domestiche il ritiro della carta e del cartone, che in certi punti viene fatto anche due volte al giorno; se riuscissimo ad introdurre anche un altro passaggio relativo all'organico andremmo a migliorare la condizione dei cassonetti dove portano i propri scarti gli esercenti».