Cattivi odore e sciami di mosche dai cassonetti

Laterina Gli abitanti del paese richiedono un intervento di disinfestazione e pulizia

Martedì, 22 Luglio 2014

Tra i molteplici modi di tutelare la salute pubblica, riteniamo che vi sia anche la periodica disinfezione dei cassonetti dell'immondizia, che specie nei periodi della calura estiva, diventano veicoli di infezione sia a causa delle mefitiche esalazioni che emettono per un certo raggio circostante, sia poi per i nugoli di mosche che vi si levano e che vanno a nozze con quel tipo di ambiente. E' proprio per queste ragioni che da qualche giorno i cittadini – soprattutto quei "fortunati" che si ritrovano i cassonetti nelle vicinanze delle loro finestre - si lamentano e segnalano agli amministratori un conclamato stato di disagio per la irrespirabilità dell'aria d'attorno ai raccoglitori di rifiuti e per le mosche che costringono talvolta a rinunciare a trattenersi al fresco della sera nei pressi di casa. Nessuno dubita che il Comune non faccia il possibile, attraverso una collocazione meno fastidiosa possibile, per alleviare il disagio della cittadinanza, ma chiedono anche a chi è tenuto a farlo, di provvedere alla periodica disinfezione dei contenitori che specie in estate, complicano la vita degli utenti di un servizio che ha due aspetti opposti: l'indispensabilità e il rischio igienico. Un rischio che il gestore del servizio è presumibile che sia obbligato ad eliminare. Ritenendo che il Comune, che fa da tramite tra il gestore e l'utenza, non mancherà di richiamare alle sue responsabilità, nel caso come questo in cui corre un'urgenza, in considerazione di un' estate che , quest'anno, è appena incominciata.