Castelnuovese, Rosi lascia la presidenza

Da quasi 30 anni in cooperativa, la scelta per dedicarsi a Banca Etruria

Sabato, 28 Giugno 2014

Passaggio di testimone in casa Castelnuovese, impresa edile specializzata nella realizzazione immobiliare. Lorenzo Rosi, entrato a far parte della cooperativa nel 1988, ricopre la carica di Presidente dal 1997: quasi trent’anni in un’azienda fondata nel 1956 da ex minatori del Valdarno. Pur continuando a garantire il proprio contributo per la vita della cooperativa, Rosi, che ha accompagnato in questi decenni di sviluppo la Castelnuovese, ha finito ieri il proprio mandato e ha consegnato nel segno della continuità il testimone ad Alessio Ferrabuoi, persona a lui da sempre vicina in questi anni. La scelta di Rosi è stata dettata dal senso di responsabilità verso Banca Etruria che lo vede in carica in qualità di Presidente dallo scorso 4 maggio quando, a seguito dell’assemblea dei soci dell’istituto di credito, il nuovo consiglio di amministrazione della Banca lo ha nominato ai vertici del gruppo. E proprio dal particolare momento aziendale vissuto negli ultimi mesi dalla Popolare è derivata la volontà di Rosi di non ricandidarsi a presidente della Castelnuovese. Questa scelta consentirà a Rosi di potersi dedicare in maniera esclusiva al futuro di Banca Eruria che, nelle scorse settimane gli ha conferito il mandato ad avviare un processo di sollecitazione del mercato volto ad individuare a breve partner bancari interessati a portare avanti un processo di aggregazione rispettoso dei propri valori aziendali e degli interessi di tutti gli stakeholders di Banca Etruria. Il Cda della Castelnuovese, nella riunione tenutasi ieri sera, ha voluto ringraziare Lorenzo Rosi per l’impegno profuso dal 1997 e per il contributo offerto allo sviluppo della cooperativa. Peraltro Rosi continuerà allo stesso tempo a mettere al servizio della coop la propria professionalità. Il Cda, oltre ad esprimere riconoscenza per l’incarico ricoperto e per l’impegno che assicurerà anche in futuro alla cooperativa, «ha augurato a Lorenzo Rosi Rosi di apportare un altrettanto significativo contributo di professionalità ed impegno nel ruolo di presidente di Banca Etruria».