Biomasse in Valtiberina. Domani Consiglio aperto a Badia Tedalda

A Caprese si attende il giudizio del Tar

Martedì, 24 Giugno 2014

Energie alternative in primo piano nella vallebagnata dal Tevere. Nello specifico stiamo parlando di centrali a biomassedove, lungo ladirettrice che collegaCaprese Michelangelo a Badia Tedalda, si gioca una partita fondamentale e al tempo stesso delicatissima che coinvolge i due territori e le rispettivecomunità. Il succo della questione è identico: un'azienda aretina ha, a suotempo, avviato l'iter per strutturare in loco centrali a biomasse, dopo aver regolarmente coinvolto le rispettive amministrazioni comunali (del recente passato, nonquelle uscite dalle ultime elezioni). Caprese partì per prima e la situazione è più avanti. "Ad oggi - spiega il neosindaco Fontana – siamo in attesa. C'è stato a suo tempo un ricorso alTar da parte del comitato che si era costituito per dire no a questa eventualità. Attendiamo il pronunciamento delTribunale amministrativo regionale. Con serenità ma anche con la massima attenzione al problema. Ci rendiamo conto delle varie conseguenze che implica una scelta di questo tipo, da quelle ambientali a quelle economiche. Sia in caso di fattibilità che di impedimento. Nel frattempo abbiamo, come amministrazione, mosso i doverosi passi in Provincia per approfondire la questione nei suoi minimi dettagli. La nostra - dice il sindaco - è una sorta di attesa vigile, ricordando che l'iter progettuale fu istradato a suo tempo. Aspettiamo di sapere bene se i passi fatti sin qui rientrano o meno tutti nella più completa correttezza e regolarità. Il Tar in tal senso darà risposte importanti". Più "fresco" - nel tempo - il caso di BadiaTedalda. L'amministrazione comunale avviò, con la giunta retta dall'allora sindaco Fabrizio Giovannini, un percorso legato convintamene alle energie rinnovabili. Che hanno visto fra l'altro la recente inaugurazione della grande pala eolica situata nei pressi dell'Oasi di Cocchiola. Nel "paniere" c'era anche la realizzazione di un impianto a biomasse.E qui la questione diventa più complessa. "Stiamo valutandotutto in manieracertosina - affermail sindaco Alberto Santucci - soprattutto per quanto riguarda i vantaggi che un simile impianto potrà portare alla comunità e al territorio. Vogliamo peròche la nostragente sia bene informata sullo stato dell'arte.Per questo abbiamodeciso di organizzare un consiglio comunale, aperto e straordinario, per la serata di domani, mercoledi 25 giugno. Un'assise chenonsarà deliberativama puramenteinformativa, grazie anche alla presenza dei responsabili dell'azienda interessata. In quell'occasione capiremo meglio molti aspetti di una eventualità che perBadia potrebbe trasformarsi in fondamentale risorsa".