Biomasse, il Comitato torna alla carica. “E ora no al proliferare di mini centrali”

Castiglion Fiorentino Timori per le autorizzazioni richieste. Appello al sindaco Agnelli

Domenica, 13 Luglio 2014

Quello delle centrali a biomasse è ormai un nervo scoperto nell'opinione pubblica castiglionese. Ferma, per ora, la vicenda della centrale Sadam, dopo il "no" della Provincia, ma in attesa di un possibile ricorso al Tar dei proponenti, c'è chi vuol costruire - e chi ha già costruito - centrali di più piccola dimensione. Interviene, suquesta vicenda, ilComitato per Castiglioni che, tramite ilsuopresidente,AnnaGloriaDevoti, ci fa pervenire questa nota: "Il Comitato per Castiglioni, saputo della richiesta di autorizzazione di una minicentrale da installare nella frazione di Castroncello si è subito allertato per conoscerne gli esiti di realizzazione. Sembra chel'autorizzazione alla richiesta sarà definitivamente discussa il 17 luglio prossimo nella Conferenza dei Servizi, dove anche il sindaco Agnelli è chiamato a esprimere il proprio parere di competenza". "Le richieste d'installazione di questi piccoli impianti avanzano numerose e, se soddisfatte senza la dovuta ponderazione, potrebbero provocare il medesimo effetto devastante della mega-centrale – dichiara il Comitato - Non possiamo, quindi, trascurare i rischi derivanti dalle continue emissioni in aria di sostanze potenzialmentepericolose. Nonpossiamo creare precedenti senza riflettere sulle conseguenze di un proliferare sicuro del fenomeno". Lanota richiama poi la deliberazione dellaGiuntaFabianelli - "Atto d'indirizzo, delibera del 22.04.2014" - che secondo il Comitato "intendeva disciplinare le richieste, contenerle nelnumero, nella potenza, nelle dimensioni e nella tracciabilità dei materiali a combustione". Continua il comunicato: "Il sindaco Agnelli, faccia tesorodi questo provvedimento, senonvorrà incorrere nella necessità e difficoltà di un'attività severa di controllo sui materiali usati come combustibile e sui fumi e sostanze emessi. La collaborazione tra Cittadini e Amministrazione ha sempre dato buoni esiti, lo stessoatto d'indirizzo sopra citato è fruttodi continui contatti, incontri tra il Comitato e l'Amministrazione Fabianelli". IlComitato offre lasua collaborazione al Sindaco, richiama il "traffico" che esiste sui "certificati bianchi", e conclude:" lanuovaAmministrazione, pertanto, rifletta bene prima di dare avvio a questo rischioso fenomeno e sempre si accerti sul corretto dimensionamentodegli impianti proposti, rispetto alle superfici da riscaldare”. Il Comitato ringrazia l'AssessoreTavanti per l'invito esteso al tecnico di nostra fiducia e rappresentanza al tavolo di lavoro sulle questioni ambientali del territorio.