Adotta un cane e hai lo sconto sulla Tari

Il Comune di Roccastrada dà incentivi a chi si prende cura degli animali oggi affidati al canile

Venerdì, 13 Marzo 2015

Cosa c’entra il possesso di un cane con la bolletta della Tari? C’entra, eccome. A Roccastrada ieri è stato approvato all’unanimità dal consiglio comunale il regolamento per incentivare le adozioni dei cani presenti nel canile di Ribolla; e chi adotterà un cane adulto potrà usufruire di uno sconto sulla Tari. «Grazie a questa iniziativa ridurremo il sovraffollamento del canile _ spiega il sindaco Francesco Limatola _ raggiungendo un duplice obiettivo: migliorare il benessere dei cani, che lasceranno le gabbie per andare a vivere con persone in grado di accudirli; e abbattere i costi del randagismo a carico della collettività, che sono notevoli». I cani randagi ospitati nel canile convenzionato con il Comune sono tutti vaccinati e possono essere adottati dai privati che ne facciano richiesta e in possesso dei requisiti, ovvero che siano in pari con il pagamento dei tributi e non abbiano commesso reati contro gli animali. Gli interessati possono far richiesta di adozione al Comune che, dopo averla valutata, darà l’autorizzazione. L’adozione è completamente gratuita e prevede agevolazioni solo per i cani adulti (con età superiore a un anno). Si otterrà una riduzione del 70% del tributo Tari (con un massimo di 500 euro) per l’adozione di un cane che in custodia nel canile da almeno tre anni; una riduzione del 50% della Tari dovuta (con un massimo di 500 euro) per l’adozione di un cane in custodia nel canile da almeno 180 giorni fino a un massimo di tre anni. «Nel progetto abbiamo inserito due azioni molto significative _ spiega l’assessore alle politiche ambientali Emiliano Rabazzi _ da una parte è prevista l’adozione a distanza per le singole persone, i gruppi e per le scuole, in modo da sensibilizzare sul tema soprattutto i bambini; dall’altra abbiamo introdotto un controllo durante tutta la vita del cane, per assicurarci che gli animali stiano in buone condizioni ed evitare speculazioni». Lo sconto viene concesso per tutta la durata della vita del cane, a condizione che ogni anno venga inviato in Comune un certificato di buona salute dell’animale.