Adesioni trasversali alla protesta contro un “progetto inutile”

Venerdì, 4 Settembre 2015

Adesioni trasversali per la manifestazione di oggi. Scenderanno in piazza anche “Gente di Follonica” , Sinistra ecologia e libertà e Rifondazione comunista, e “Grosseto possibile”. Da Gente di Follonica, si dicono control’inceneritore non per “motiviideologici o pseudo ambientalisti, ma per avere studiato i dati tecnici”, secondoi quali “il progetto presentato non risponde alle pesantissime richieste del Consiglio di Stato: abbiamo di fronte il solito vecchio, diseconomico, inutile impianto”. Sottolineando che “i rifiuti devono essere non solo un'occasione di lavoro, ma anche di educazionecivica”, proseguono dicendo di apprezzare “la fermezza con cui Andrea Benini è intervenuto e che il Pd follonichese si sia convinto a partecipare. Inoltre, stiamo organizzando un’intervista radiofonica di Radio diffusione Firenze a Mario Monciatti (in rappresentanza del Comitato, vero attore di questa battaglia), in modo che la voce del territorio arrivi anche dove si sta decidendo sul nostro futuro”. Aderiscono anche le federazioni provinciali di Sinistra ecologia e libertàe diRifondazionecomunista eGrosseto possibile.Condividendo l'idea di superare il concetto di incenerimento per andare verso la riduzione e il riuso dei rifiuti, sottolineano di che “l’ impiantoin questi anni ha mostrato limiti enormi creando problemi di natura ambientale e lavorativa. Crediamo che la mozione a firma Mauro Romanelli, condivisa con i lavoratori, e depositata in consiglio regionale possa rappresentare l'inizio di un percorso che ci porti fuori dall'incenerimento senza conseguenze negative perl'occupazione. Il nostro quindi è un atteggiamento responsabile sia verso l'ambiente che la salute e l'occupazione. E’ necessario che la gestione dei rifiuti, come quella dell'acqua, sia completamente pubblica e non nelle mani di chi, per proprio interesse, contribuisce bruciando i rifiuti ad inquinare”.