Quattro multati per aver lasciato i rifiuti in strada

Venerdì, 13 Settembre 2019

Continuano a Castel del Piano gli abbandoni di ingombranti fuori dal cassonetto. Ma grazie alle telecamere cominciano ad arrivare i primi frutti della sorveglianza. Quattro persone sono infatti state pizzicate in questi giorni a scaricare materiale accanto ai cassonetti. L'ultima, ieri mattina. E tutte e quattro e sono state multate con 50 euro a testa. Quella degli abbandoni di ingombranti per strada è una cattiva pratica che dura da anni e deturpa sia il centro storico che le periferie del paese. Si lascia di tutto: interi salotti, cucine economiche, frigoriferi e lavatrici, vestiti di ogni tipo e scatolame a volontà. «Cominciamo a vedere i primi risultati - commenta l'assessore all'ambiente di Castel del Piano Renzo Rossi - e questa è la strada. Le sanzioni per adesso sono l'arma più efficace, perché tutti gli appelli rivolti alle persone affinché vadano a scaricare gli ingombranti alla discarica o telefonino a Sei Toscana per far venire a casa gli operatori, sono stati una voce nel deserto». Ma le telecamere - la cui posizione il Comune volutamente non vuole rivelare - non sono l'unica misura. «Vogliamo cambiare il regolamento e innalzare a 300 euro la sanzione per gli abbandoni fuori cassonetto - dice ancora l'assessore -. Cinquanta euro, infatti, sono pochi, ma così era stato deciso nel vecchio regolamento. Quello di interrompere questa pessima abitudine di lasciare i rifiuti dove capita è un lavoro faticoso e improbo anche per la polizia municipale che deve visionare tutti i filmati per vedere la faccia del responsabile. Ma con sacrificio da parte di tutti siamo riusciti a inchiodare quattro persone». Purtroppo non dappertutto vi sono telecamere, anche se sono state posizionate in vari punti sensibili del comune. «A Cellane, nel luogo dove qualcuno ha lasciato diversi divani, le telecamere ancora non ci sono - dice Rossi -. Vedremo se installarle o no. È certo che, comunque, non possiamo costellare tutto il paese di telecamere, bisognerebbe che chi vede qualcosa di poco bello collaborasse con noi, avvertendoci subito e riferendoci quello che ha visto, in modo da scovare il responsabile. Un appello che lanciamo anche per questo ultimo fatto alle Cellane. Sicuramente qualcuno qualcosa ha visto. Lo invitiamo a venire a riferircelo o a contattarci telefonicamente. Dobbiamo fermare questi barbari». Gli ingombranti possono essere portati al centro di raccolta della Zancona o si può chiederne il ritiro gratuito a domicilio a Sei Toscana all'800 127484.

Fonte