Energia e ambiente Nuove opportunità per l’occupazione

Venerdì, 13 Settembre 2019

Due nuovi corsi di alta formazione per giovani diplomati (fino a 29 anni) che intendono specializzarsi nei setto-ri dell'energia, dell'ambiente e dell'in-novazione tecnologica, attraverso l'ac-quisizione di competenze altamente professionali, sempre più richieste dal-le aziende. Sono quelli presentati da Its Energia Ambiente, che ha due sedi a Colle val d'Elsa e Arezzo: nel senese il biennio "Eco Energy Tech" è quello dedicato a produzione di energia ed economia circolare, mentre Ad Arezzo si studieranno da vicino le nuove tec-nologie, legate a impiantistica e gas, come ha sottolineato il presidente del-la Fondazione Its Francesco Macrì. La volontà è quella di favorire il contatto con il mondo del lavoro, attraverso l'anello fra istruzione superiore e uni-versità, rappresentato da istituti come Its. "L'Its Energia e Ambiente - ha det-to il presidente della Fondazione Fran-cesco Macrì, (nonché pre-sidente di Estra spa, uno dei part-ner di Its du-rante la pre-sentazione dei due corsi - è una real-tà innovativa e di alta qua-lità. Infatti, i percorsi for-mativi propo-sti dalla no-stra istituzio-ne si traduco-no in reali opportunità occupaziona-li per ogni partecipante. Operiamo nel territorio senese con un'offerta formativa che guarda tutta la Toscana. Se, come det-to, da un lato presentiamo concrete op-portunità professionalizzanti ai giova-ni, dall'altro offriamo alle aziende una rapida risposta in termini di competen-ze e forza lavoro altamente qualificata, con forte motivazione imprenditoria-le. Il mondo dell'impresa ha bisogno anche di questo per rispondere con ef-ficacia alle sfide del mercato e per af-frontare i cambiamenti imposti dai nuovi scenari economici. Stiamo lavo-rando anche al riconoscimento dei cre-diti in ambito universitario, proprio perché questo percorso non sia neces-sariamente alternativo". "Sei Toscana ricoprirà un ruolo importante all'inter-no dei corsi dedicati all'economia cir-colare, fornendo il suo apporto sui te-mi legati alla raccolta e alla valorizza-zione dei rifiuti", ha commentato il pre-sidente di Sei Toscana Leonardo Masi.