Bertocchini vince il premio Casato Prime Donne

Mercoledì, 13 Settembre 2017

IL PREMIO Casato Prime Donne 2017 a Federica Bertocchini (nella foto) la biologa molecolare di Piombino che ha scoperto il bruco mangia plastica. Premiati anche i migliori contributi alla valorizzazione di Montalcino e dei suoi vini: Pietro di Lazzaro, Stefano Pancera e Vannina Patanè. Domenica alle 10,30 al Teatro degli Astrusi di Montalcino la cerimonia del 19° Premio. La giuria, presieduta da Donatella Cinelli Colombini e composta da Rosy Bindi, Anselma Dell’Olio, Anna Pesenti, Stefania Rossini, Anna Scafuri e Daniela Viglione, «ha scelto – dice la presidente – una vincitrice che è un esempio degli effetti dei tagli alla ricerca che pesano sul futuro e sulla ricerca pura». Federica Bartocchini studia le cellule embrionali dei vertebrati. Un curriculum eccellente: 20 pubblicazioni, vent’anni trascorsi nei laboratori a New York, Londra e Santander, in Spagna, dove nel 2012, pulendo un alveare, si imbatte nel bruco della cera, Galleria mellonella, e si accorge che mangia la plastica. La scoperta fa il giro del mondo. Federica e i colleghi Paolo Bombelli e Chris Howe, entrambi biochimici dell’Università di Cambridge, la pubblicano su Current. Ovviamente la sfida vera «è quella di riprodurre la molecola in laboratorio e non certo fare scorta di bachi per combattere l’inquinamento». Ma c’è un problema: dal 18 aprile Federica è disoccupata. Il suo contratto con il Cnr spagnolo è scaduto, vive con un assegno di disoccupazione. Il Premio Casato Prime Donne 2017 lancia un messaggio in favore di Federica e della ‘ricerca orfana’. Fra coloro che in passato hanno ricevuto il Premio Casato Prime Donne, ricordiamo Kerry Kennedy per i diritti umani, Congregazione delle Missionarie del S. Cuore di Gesù, le volontarie del Telefono Rosa, Josefa Idem atleta olimpionica, Samantha Cristoforetti astronauta, Carla Fendi stilista e mecenate, Sandra Savaglio astrofisico internazionale, Giusy Nicolini sindaco di Lampedusa e Linosa; e nel 2016, Chaimaa Fatihi attivista contro il terrorismo.