Rifiuti, furbetti nel mirino. Scattano le multe

Giovedì, 13 Febbraio 2020

Ci voleva il pugno duro e l'ausilio della tecnologia moderna, come l'impiego delle telecamere, per dare una svolta alla lotta contro i furbetti dei rifiuti, quei soggetti che, in arrivo anche da altri comuni, gettano i rifiuti, anche ingombranti, un po' ovunque. Grazie all'occhio delle telecamere la guerra ha preso il via e la prima battaglia vinta dal Comune ex minerario ha portato, con un bella serie di verbali si parla di una media di due al giorno a raggiungere quota 7.000 euro di contravvenzioni. Tante segnalazioni negative sul comportamento di certi personaggi ha indotto il Comune ad intraprendere la maniera dura e da Piazza Buozzi, il sindaco illustra l'azione che si sta portando avanti e l"attività di video sorveglianza ambientale attiva sul Comune ed affidata agli ispettori ambientali di 6Toscana, contro l'abbandono dei rifiuti e l'errato conferimento degli stessi. «Da inizio gennaio dice il primo cittadino, è stata attivata la videosorveglianza nelle postazioni di Casteani, oggetto di molti abbandoni e conferimenti errati, soprattutto dalla vicina Ribolla, frazione del Comune di Roccastrada. In poco più di un mese sono quasi 50 i verbali amministrativi emessi dalla polizia municipale per il contrasto degli abbandoni di rifiuti ed errati conferimenti, quasi 2 verbali al giorno, per un ammontare totale che supera i 7.000 euro, indirizzati principalmente a residenti della vicina Ribolla». Dunque sono i vicini di casa ma non deve essere abbassata la guardia. «Si cominciano a vedere i primi risultati dell'azione di contrasto intrapresa dall'amministrazione comunale dicono il Sindaco, insieme e gli assessori natural- mente il servizio andrà avanti cercando di prevenire il proliferare degli abbandoni e gli errati conferimenti che poi gravano sui cittadini».