Sansepolcro: «Differenziare per risparmiare» non ha tradito le attese. Si va avanti

Giovedì, 12 Settembre 2019

LA FORZA dei risultati ottenuti ha prevalso su qualsiasi altra ragione e quindi l’iniziativa «Differenziare per Risparmiare» – promossa dal Comune di Sansepolcro in collaborazione con i supermercati del territorio e con il supporto delle associazioni e pro loco cittadine – è stata prorogata fino al prossimo 31 dicembre, con ripartenza lunedì 16 settembre. La fase «pilota», iniziata in febbraio e conclusasi il 31 luglio, per un totale di poco più di cinque mesi, ha ottenuto il successo auspicato: sono infatti stati raccolti più di 38mila chilogrammi di rifiuti differenziati, non contando i materiali in plastica smaltiti negli eco-compattatori. Un incentivo significativo per i cittadini è stato lo sconto di 5 centesimi – che corrisponde a 5 punti – applicato dai vari esercizi di grande distribuzione presenti (Coop, Gala-Famila, Pam e Simply) sia per ogni chilogrammo di rifiuti differenziati conferiti nell’isola ecologica, sia per ogni dieci oggetti di plastica smaltiti attraverso gli eco-compattatori. OVVIAMENTE, i punti accumulati potranno essere utilizzati in buoni sulla spesa nei supermercati sopra ricordati. Un meccanismo virtuoso che ha incontrato notevoli consensi fra i biturgensi, ma non solo: grazie a questa iniziativa, infatti, lo scorso giugno il Comune di Sansepolcro si è aggiudicato il premio «Ambiente in Comune 2019», riconoscimento che Sei Toscana ha assegnato alla città di Piero al termine di una selezione che vedeva in gara oltre 140 progetti dedicati allo sviluppo sostenibile del territorio. «DIFFERENZIARE per Risparmiare» e l’introduzione degli eco-compattatori hanno inoltre permesso a Sansepolcro di migliorare – nel primo semestre di quest’anno – i dati sulla selezionata: c’è stato un incremento del 3,38%, ma ancora siamo sotto il 40% e anche le fototrappole, gli ispettori ambientali, l’educazione nelle scuole e il servizio di ritiro della frazione verde sono tutti investimenti che vanno in una ben precisa direzione. «Dopo aver quantificato gli sconti da riconoscere – spiega l’assessore Gabriele Marconcini – assieme ai direttori dei supermercati abbiamo deciso di proseguire questa esperienza virtuosa. Da un punto di vista pratico, abbiamo utilizzato questi giorni per chiedere al gestore degli eco-compattatori di risolvere alcuni problemi di natura tecnico-informatica ed ora dovremmo essere finalmente in condizione di ripartire, utilizzando efficacemente tutti i canali di smaltimento previsti».