Operazione lago dell'Accesa Il 29 i sub a caccia di rifiuti

Giovedì, 12 Settembre 2019

Una domenica per immergersi nel lago dell'Accesa e pulire il suo fondale: a fine settembre l'associazione Tartasub e la Uisp, con l'appoggio del Comune di Massa Marittima e il patrocinio della Regione Toscana, hanno organizzato una giornata dedicata al bel lago massetano.L'appuntamento è per il prossimo 29 settembre alle 10. «Ogni volta che ci immergiamo cerchiamo sempre di raccogliere tre oggetti - ricorda Franco Monaci, vicepresidente di Tartasub - uno per noi, uno per un amico, uno per il mare. Purtroppo tutti conoscono i problemi delle nostre acque e diventa importante per chi le esplora impegnarci sia per renderle più pulite che per sensibilizzare l'opinione pubblica». Proprio Monaci è un sub molto esperto di laghi: tanti dei suoi corsi in giro per l'Italia, prima come allievo e poi come formatore, sono stati in acqua dolce. «Il lago dell'Accesa è una riserva naturale - afferma Monaci - un ambiente bellissimo al quale cercheremo di dare un contributo. Ovviamente è molto più facile tenerlo perfettamente pulito all'esterno che nei fondali. In due giorni abbiamo già formato una squadra di otto sub con amici provenienti da tutta la Toscana».Stefano Rosica è il coordinatore delle attività di Tartasub ed è uno dei sub più impegnati in questo progetto. «All'inizio è stato un po'complicato trovarsi di fronte a così tanti permessi e adempimenti burocratici - spiega - ma poi è stato bello vedere il supporto che abbiamo ricevuto. Dopo la Uisp sono arrivati il Comune di Massa, la Regione, Legambiente con il suo progetto Pelagos plastic free, Sei Toscana che si occuperà dello smaltimento dei rifiuti o aziende come Dive Sysyem e Clean Sea Life. Tutti ci hanno riconosciuto il merito di questa iniziativa». La pulizia avverrà con dei palloni di sollevamento. «I rifiuti più grandi saranno legati con delle corde e portati in superficie - aggiunge Rosica - sicuramente ci saranno lattine, bottiglie, sacchetti, ma è lecito aspettarsi anche qualcosa di più voluminoso».

Fonte