A caccia di rifiuti in laguna

Domenica, 11 Giugno 2017

Continua la lotta per impedire che i rifiuti del mercato del sabato mattina alla Spiaggetta finiscano in laguna. Anche ieri mattina gli agenti della polizia locale di Orbetello hanno effettuato dei controlli. Com'era già accaduto lo scorso sabato quando i ragazzi del Softair di Orbetello si sono organizzati e si sono messi a pescare l'immondizia con retini e canne da pesca, in mattinata l'associazione Lagunari si è tornata in azione e alcuni dei componenti del gruppo di giovani hanno pulito la laguna, finché i banchi non hanno smontato le loro bancarelle. «Questa volta ci siamo organizzati diversamente - spiega Andrea Noferi, presidente dei Lagunari - e ci siamo procurati un barchino per riuscire a raggiungere anche quella spazzatura che va al largo e sabato scorso non eravamo riusciti e prendere con canne da pesca e retino».Andrea e altri componenti del gruppo stavolta avevano un barchino con un motore elettrico che ha permesso loro di andare al largo. Ieri «la quantità dei rifiuti in laguna è diminuita e di questo siamo molto contenti. Vuol dire che anche i controlli che stanno facendo gli agenti hanno il loro effetto e gli operatori del mercato collaborano». Il risultato del recupero è però importante: tre sacchi di spazzatura che sono finiti nei bidoni e non sulle sponde della laguna. «I ragazzi che mi hanno aiutato - continua il presidente dei Lagunari - sono stati felici di dare una mano alla nostra laguna». Una nota positiva, oltre alla diminuzione dei rifiuti, è che i cittadini iniziano sempre di più a sensibilizzarsi al problema. «Ieri - conclude Noferi- c'erano anche due persone adulte che raccoglievano i rifiuti caduti in laguna. Vuol dire che il problema è sentito. Tutti insieme, se collaboriamo, istituzioni e cittadini, possiamo rendere il nostro territorio migliore».Andrea Noferi ringrazia l'amministrazione comunale per la disponibilità e per aver permesso di portare a termine la loro iniziativa.

Fonte