G20 delle spiagge Castiglione padrone di casa

Martedì, 11 Settembre 2018

LA SECONDA edizione del G20 delle spiagge si terrà a Castiglione della Pescaia. Durante i lavori del primo summit, che si è tenuto a San Michele al Tagliamento, i venti sindaci presenti hanno accettato la candidatura che ha proposto il primo cittadino Giancarlo Farnetani, presente ai lavori assieme alla sua vice Elena Nappi e l’assessore al turismo Susanna Lorenzini. Il «G20» delle spiagge, infatti, ha tutti i requisiti per diventare un appuntamento fisso per gli addetti ai lavori del turismo balneare e per il fine settembre del 2019 saranno presenti a Castiglione almeno 300 fra addetti ai lavori. «Sono lusingato che i sindaci abbiano scelto Castiglione della Pescaia – ha detto Giancarlo Farnetani – per la prossima edizione del G20s. Sarà un’opportunità per essere al centro del dibattito sul turismo balneare, ma soprattutto per presentare il nostro paese alla stampa specializzata che segue il turismo e agli operatori turistici». «Durante la recente tre giorni a San Michele al Tagliamento – spiega Farnetani – fra noi amministratori pubblici, ci siamo immediatamente resi conto che abbiamo dato vita ad un interessante sistema di collaborazione fra queste 20 località che hanno le più importanti spiagge della nazione. Lavorando su 16 tavoli tematici e prendendo in considerazione 6 macroargomenti: gestione ambientale, finanziamenti e risorse, gestione delle spiagge, prodotti e scenari futuri, servizi e management delle destinazioni balneari». ALLA PRIMA riunione c’è stata la sigla sul documento d’indirizzo che punta a incidere sui piani di sviluppo strategici, attraverso la creazione di un coordinamento tra le destinazioni balneari italiane. «Definiremo insieme proposte e progettualità che possano fornire contributi validi al Piano strategico di sviluppo del Turismo – conclude Farnetani - rispettando criteri votati alla sostenibilità, all’innovazione e alla progettazione, mantenendo un approccio partecipativo che coinvolga portatori di interessi sia pubblici che privati selezionati di volta in volta rispetto alle tematiche trattate».