Rifiuti, contro i furbetti arrivano le fototrappole

Mercoledì, 10 Luglio 2019

ADESSO i furbi del «cassonetto» a Monterotondo Marittimo avranno ancora un altro deterrente da raggirare. L’amministrazione comunale, infatti, prosegue nell’impegno in campo ambientale e il sindaco Giacomo Termine ha firmato un’ordinanza per l’utilizzo da parte della Polizia municipale della fototrappola mobile a infrarossi attiva giorno e notte. L’obiettivo è quello di prevenire e contrastare il fenomeno dei comportamenti illeciti nel conferimento di rifiuti.  La fototrappola raccoglie e registra le immagini che permettono di identificare i trasgressori attraverso foto al alta risoluzione, e video in hd, anche in notturna, è azionata da tecnologia pir al solo passaggio di persone animali o veicoli e sarà posizionata a rotazione in diverse postazioni: nei pressi dei cestini stradali o dei cassonetti, nei luoghi dove solitamente vengono abbandonati rifiuti, nei parchi e nei giardini. I dati raccolti e registrati in automatico saranno trattati in modo pertinente e non eccedente rispetto alla finalità di utilizzo della strumentazione e conservati al massimo per sette giorni, fatta salva la loro conservazione prolungata per fini di polizia giudiziaria o indagine penale. L’incaricato del Comune che prenderà in visione le immagini di fatti identificativi di ipotesi di reato o elementi rilevanti ai fini della sicurezza pubblica dovrà informare tempestivamente il responsabile del servizio di polizia locale o le Forze dell’ordine.