I ragazzi vanno a scuola di rifiuti

Sabato, 8 Febbraio 2020

Oltre mille studenti di elementari e medie a scuola di raccolta differenziata grazie a due importanti progetti sul ciclo dei rifiuti diventati già realtà. Il primo, «L’anima in bottiglia: l’arte che rigenera materiali, spazi, relazioni», promosso dall’associazione Ottovolante-La Rocca di Staggia, coinvolge 200 alunni delle scuole di Poggibonsi e Colle, ed è curato da Donatella Bagnoli. Si tratta di mostre, visite guidate, laboratori ed eventi vari rivolti alle scuole ma anche alle famiglie e ai turisti. L’altro progetto, «Ri-creazione», a firma di Sei Toscana, vedrà protagoniste 25 classi delle elementari e 8 delle medie dei due Istituti Comprensivi di Poggibonsi per un totale di circa 800 studenti. In questo caso siamo in presenza di un progetto di educazione ambientale per approfondire l’argomento rifiuti, capire il ciclo dei materiali, incentivare la diffusione di buone pratiche quotidiane a casa e a scuola, ridurre l’impatto dei nostri comportamenti quotidiani. «Un’azione complessiva di educazione ambientale che si svilupperà nel corso dei prossimi mesi e anni per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità che ci siamo prefissi e in particolare l’80% di raccolta differenziata entro il 2024 – spiega l’assessore all’Ambiente Roberto Gambassi – Una delle azioni, non certo la sola, che concorre al raggiungimento di questo obiettivo è quella di sensibilizzare e formare soprattutto i più giovani verso questi temi».