Raccolta differenziata oltre il 65%: «Incentivi ai cittadini ricicloni»

Mercoledì, 9 Ottobre 2019

Il Comune di Montieri per il secondo anno consecutivo supera la soglia del 65% per la raccolta dei rifiuti, un risultato positivo che rende orgoglioso il sindaco Nicola Verruzzi: «Seminare con determinazione e costanza in certi casi porta a raccogliere - dice il primo cittadino - porsi obiettivi di lungo periodo, guardare lontano è un dovere per ogni pubblica amministrazione soprattutto in un momento storico di quotidiani cambiamenti come quello che stiamo vivendo. Per il secondo anno consecutivo portiamo il comune di Montieri a sfondare la percentuale del 65% di raccolta differenziata. Un risultato importante che in questo 2019 condividiamo con i comuni di Monterotondo Marittimo e Magliano, unici rappresentanti della provincia di Grosseto e con 17 comuni in totale all'interno dell'Ato Toscana Sud che comprende oltre 110 comuni in totale. Siamo fieri del percorso intrapreso grazie al quale i nostri sforzi e quelli dei nostri cittadini cominciano veramente ad essere premiati». Il sindaco sostiene che guardano i dati della raccolta differenziata dal 2014, anno dell'insediamento della giunta Verruzzi, a oggi, «non possiamo che constatare che abbiamo fatto passi veramente da gigante su un tema saliente, uno dei grandi temi del nostro tempo». Passi che continueranno anche per il futuro, quando il dato potrà aumentare ancora. E il primo cittadino continua: «Abbiamo idee precise su come ottimizzare ancora il servizio e soprattutto la ferma volontà di aumentare ancora e ancora la nostra percentuale di differenziata. Auspichiamo, altresì, che gli sforzi virtuosi di questi anni tesi al raggiungimento degli obiettivi normativi comunitari e nazionali siano realmente e sostanzialmente riconosciuti e premiati in termini di riduzioni tariffarie. Lo diciamo da anni e non ci stancheremo di ripeterlo: una corretta gestione dei rifiuti sarà tanto più incentivata se ad essa corrisponderà una riduzione in bolletta per le singole utenze».

Fonte