Rifiuti abbandonati E' caccia ai furbetti

Mercoledì, 6 Marzo 2019

Rifiuti abbandonati senza nessuna regola, il comune di Montepulciano interviene con la mano pesante contro i furbetti. "Gli esempi sono, purtroppo, quotidiani e talvolta ai limiti del credibile" denuncia il vicesindaco Luciano Garosi, che ha anche la delega all'ambiente. "Non parlo solo di aree boschive scambiate per discariche ma soprattutto di semplici rifiuti casalinghi non differenziati, conferiti fuori orario, abbandonati al di fuori dei contenitori. Ci vediamo costretti ad intensificare i controlli e anche a proseguire nell'applicazione di sanzioni ai trasgressori". Il messaggio è dunque chiaro, la tolleranza diminuisce anche perché, oltre alle norme da rispettare, c'è una consistente parte dell'opinione pubblica, quella che osserva le regole e tiene al decoro del territorio, che chiede di intervenire. "Potenziamo la presenza sul territorio del nostro personale addetto all'ambiente insieme alla polizia municipale, il tutto in collaborazione con Sei Toscana" spiega Garosi. "Ma non diminuisce il nostro impegno per far funzionare sempre meglio la raccolta differenziata dei rifiuti. Continua dunque ad operare a pieno ritmo il Centro di raccolta di Valardegna, a Montepulciano Capoluogo, ora aperto anche il sabato pomeriggio, mentre a breve sarà riaperto anche l'equivalente centro di Montepulciano Stazione. Continuano ad essere disponibili il numero verde di Sei Toscana, 800127 484, ed il diretto dell'ufficio ambiente del Comune, 0578.712239, per informazioni ma anche per fornire servizi molto utili e gratuiti come il ritiro a domicilio e per appuntamento di rifiuti ingombranti, degli sfalci delle potature e, per le attività, anche degli imballaggi di cartone. E' già programmata poi l'installazione di due ecocompattatori per le bottiglie di plastica, semplicissimi da usare anche per l'utenza. Allo stesso tempo sono in funzione non solo telecamere fisse ma anche mobili, puntate sulle aree di raccolta, che consentono di identificare i trasgressori.