Svolta nella raccolta dei rifiuti e arriveranno anche le fototrappole

Venerdì, 6 Luglio 2018

Il comune chiantigiano sta portando a termine un percorso di rinnovamento dei sistemi di conferimento, attraverso iniziative proprie e di concerto con il gestore del servizio. Obiettivo priori-tario è quello di raggiungere, in tempi ragionevoli, un sistema di tariffazione puntuale, teso cioè all'imputazione del costo del ser-vizio sulla base di quanto effettiva-mente conferito da ogni utenza e non, come adesso, su dati analiti-ci come superfici degli immobili o numero di occupanti. Per fare ciò, è stato inizialmente scelto, insieme agli altri comuni dell'Area Omogenea di Raccolta (costituita dai comuni del Chiami Senese e Monteriggioni) di riorganizzare il servizio attraverso la dotazione di cassonetti ad accesso controllato, la cui apertura sarà attivata con una tessera di riconoscimento col-legata al codice utente. Il servizio sarà integrato con sistemi di raccolta per materiali specifici, come eco-compattatori per contenitori in plastica e alluminio, per i picco-li elettrodomestici e minipese di cui saranno dotati i centri di rac-colta e che permetteranno anche di attivare sistemi di premialità in funzione della quantità   di materiale conferito. Nell'ultimo consiglio co-munale è stato approva-to il "Regolamento Co-  munale per la Gestione dei rifiuti e per l'Igiene Ambientale" attraverso il quale l'amministrazione intende defini-re nel dettaglio le procedure di conferimento e l'assimilazione dei rifiuti speciali a quelli urbani. Il regolamento tratta anche ambi-ti strettamente urbani ed entra nel dettaglio dei comportamenti civici, come, ad esempio, la con-duzione degli animali, le aree di cantiere, i volantinaggi, gli abban-doni. L'amministrazione sta per attivare un sistema di sorveglian-za attraverso l'installazione di fo-totrappole, con le quali potranno essere accertati e sanzionati, an-che penalmente ove previsto, gli abbandoni di rifiuti in aperta cam-pagna o nei pressi dei cassonetti. Resta ancora incomprensibile l'elevato numero di abbandoni di elettrodomestici, arredi, ed altro materiale ingombrante.