Rifiuti, dietrofront sul "porta a porta": arrivano i micro-bidoni

Mercoledì, 5 Giugno 2019

Rivoluzione nelle modalità di raccolta differenziata dei rifiuti. Il Comune cambia passo e abbandona il sistema ereditato dalla precedente amministrazione, facendo un parziale dietrofront del servizio porta a porta. In strada arriveranno 56 micro-bidoncini per organico e indifferenziata.

Tornano i cassonetti per le strade del centro storico. Al via la rivoluzione della raccolta dei rifiuti. Saranno 6.500 le utenze coinvolte. Da lunedì chi vive nel centro storico non potrà più lasciare il sacchetto della spazzatura sotto casa. Il Comune, all'interno delle mura cittadine, ha individuato 56 postazioni dove poter conferire sia l'organico che l'indifferenziata. Resta invece la possibilità di conferire la carta e il cartone sotto casa, nel giorno di lunedì, e il multimateriale, ovvero plastica e vetro, il martedì e il venerdì, naturalmente secondo gli orari previsti. E dopo un periodo di tolleranza l'assessore Marco Sacchetti annuncia di passare alle ispezioni sanzionando chi sceglie di conferire senza rispetto delle regole. Un cambio di abitudini netto e deciso che prevede anche novità per i commercianti che potranno lasciare i cartoni in strada solo dalle 12,30 alle 13,30. Si passa quindi da un sistema del porta a porta, a un sistema misto che prevede l'istallazione di 56 postazioni con micro bidoni e porta a porta solo per alcuni tipologie più rifiuto, fermo restando i servizi dedicati per determinate attività commerciali e ristoranti. Nel mirino dell’amministrazione comunale naturalmente c'è la volontà di migliorare il servizio, aumentare la percentuale di raccolta differenziata, di ridurre i costi in bolletta, di creare economie e di presentare una città maggiormente pulita ai visitatori e ai concittadini, più vivibile e decorosa.

"È il secondo passo" ha detto il sindaco Alessandro Ghinelli "dopo quello introdotto nei mesi scorsi con l'avvio dell'installazione dei cassonetti Easy. Ci siamo affacciati tra le città turistiche e quindi non possiamo permetterci di avere una città sporca". Il nuovo sistema introdotto servirà quindi a migliorare la raccolta e la previsione di Sei Toscana è quella di recuperare 500 tonnellate di organico l'anno, che fino ad oggi finisce nell'indifferenziato. Ai cittadini si chiederà il sacrificio di cambiare le abitudini.

"Nel 2015 ho ereditato un servizio di porta a porta spurio e fuori controllo. Per questo ho deciso di cambiare strategia pensando a un sistema della raccolta di prossimità che si adatta al territorio del centro storico e ideale per una città maggiormente pulita e capace di venire incontro alle esigenze di tutti e delle attività. Questo ci permetterà di alzare la percentuale della raccolta differenziata e di contenere tariffa". Ed ecco in pratica cosa prevede la riorganizzazione. L'area fino ad oggi servita dal porta a porta è stata divisa in due zone. Nella prima, a partire da lunedì 10 giugno, la raccolta porta a porta di carta e cartone si terrà ogni lunedì e l'utente dovrà lasciare il materiale dalle 22 alle 7, mentre la raccolta porta a porta del multimateriale, vetro, alluminio, plastica e tetrapak (sacco verde), si svolgerà ogni martedì e venerdì con gli stessi orari di conferimento. Organico e indifferenziato dovranno invece essere conferiti all'interno dei bidoni di prossimità stradali che saranno posizionati all'interno della zona stessa in modo tale da essere facilmente accessibili da tutte le utenze a tutte le ore prevedendo due passaggi di svuotamento al giorno, sette giorni su sette, e un monitoraggio che servirà a capire come eventualmente tarare il servizio secondo le reali esigenze. Nella fascia più esterna del centro storico invece, la seconda zona, a partire da lunedì 17 giugno, non sarà più attiva la raccolta porta a porta ma saranno a disposizione delle utenze i nuovi cassonetti Easy per la raccolta differenziata. Le postazioni si troveranno in via Garibaldi, via Porta Buia, via Fra' Guittone, via Pietro Aretino, via Guido Monaco, viale Luca Signorelli, via Spinello, via Petrarca, via Leone Leoni, via Niccolò Aretino, via Margaritone, via Guadagnoli, via Crispi, via Rodi, via Giotto, via Pisano, via Lorenzetti, via Mecenate e via XXV Aprile. Per illustrare i nuovi servizi l'amministrazione comunale e i tecnici di Sei Toscana incontreranno i cittadini domani all'auditorium Aldo Ducci durante due incontri pubblici previsti per le 18 e le 21. Già da ieri, alla Casa delle Energie di via Leoni, è aperto lune- dì e venerdì 14-18 e mercoledì 9-13 lo sportello dove ritirare gratuitamente i sacchetti del porta a porta e in futuro il kit amianto per l'auto smaltimento.