«Cassonetti spostati per l’utilizzo sbagliato di alcuni cittadini»

Lunedì, 2 Luglio 2018

LE LAMENTELE dei residenti in zona «Colonia» sulla provinciale che dalla Menga si collega con il bivio per Gavorrano, sulla misteriosa sparizione dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti, non sono passate inosservate e da Piazza Buozzi il neo assessore Francesca Bargiacchi prende a cuore la situazione si attiva presso Sei per chiarire la situazione. «In merito all’articolo pubblicato dal quotidiano La Nazione – dice Francesca Bargiacchi – il Comune e Sei Toscana tengono a precisare che i bidoni per la raccolta di prossimità situati lungo la strada della Menga in prossimità del Bivio di San Giuliano, sono stati spostati e posizionati in una zona meno visibile ma non molto distante rispetto all’ubicazione precedente. Questa variazione – aggiunge l’assessore – si è resa necessaria per l’errato utilizzo che ne veniva fatto soprattutto da utenti che possiamo definire di «passaggio» e non dai residenti della zona alla quale erano destinati. Molto spesso tali bidoni erano contornati da rifiuti di ogni tipo, anche ingombranti». Dunque dito puntato contro chi scorrettamente usufruisce del servizio di raccolta dei rifiuti e in particolare degli ingombranti. «Vogliamo ricordare a tutta la popolazione, che il ritiro domiciliare dei rifiuti ingombranti –insiste Bargiacchi – viene svolto gratuitamente da Sei Toscana e che per i servizi di raccolta porta a porta e di prossimità esistono alcune semplici regola da rispettare nell’interesse di tutta la comunità gavorranese». Poi una precisazione diretta ai contestatori: «Per quanto riguarda la carenza di informazioni al cittadino che in questo caso specifico è stata denunciata da chi ha portato alla luce il disagio subito, la nuova giunta comunale si impegnerà d’ora in poi, avvalendosi anche del supporto di Sei a colmare tale lacuna». E nel concludere il suo intervento l’assessore aggiunge: «Invitiamo comunque a contattare il numero telefonico dell’Ufficio ambiente disponibile sul sito del Comune per qualsiasi tipo di chiarimento riguardante il servizio di raccolta differenziata».