I residenti “scrivono” a chi entra nel vicolo: “Non sporcate, grazie”

Domenica, 31 Dicembre 2017

Un vicolo pulitoe decoroso grazie all’impegnoe al senso civico di chi ciabita. Adesso l’appello e l’educatoinvito a rispettare il decoroè rivolto ai passanti. Daqualche giorno in vicolo delMarcianello sono apparsi duecartelli con i quali chi vive inquell’affascinante vicolo delcentro storico chiede cortesementeai “gentili passanti” dirispettare il decoro. “Le diamoilbenvenuto - si legge nel cartellofirmato dal Comitato Vicolodel Marcianello - in questobel vicolo del quale noi abbiamocura. La invitiamo a nonlasciare rifiuti fuori dall’orarioconsentito, a raccogliere gliescrementi del suo cane e portarlinel primo cestino di rifiutiche trova nella sua passeggiata.Nonmortifichi il nostro decoroe pensi anche al suo.Grazie”.Un educato appello percolpire dritto al cuore di chipesso si rende responsabile dicomportamento poco civili. Èpraticamente un “condominio”anti degrado quello che siè costituito spontaneamentetra gli abitanti della zona pergarantirsi pulizia e decoro tra iportoni.“Troppospesso - spiegaGiannaChiaretti,unacomponentedel Comitato Vicolodel Marcianello - capita chetroviamo sacchetti di rifiuti abbandonatifuori orario. C’è poiil problema delle deiezioni degliamici a quattro zampe.Crediamoche basti solo un pizzicodi buona volontà e senso civicoper poter vivere nella puliziarispettando se stessi e gli altri”.Edèproprio questo in sintesiil messaggio che i residentihanno voluto trasmettere a chifrequenta la zona. “Per noi ilvicolo èunodegli scorcipiù bellidella città. Cerchiamo quindidi essere attenti e puliti in mododa presentarsi ai turisti inmodo decoroso. Ognuno dinoi dà il proprio contributo,pulendo la strada, raccogliendole cartacce e strappando leerbacce. Piccoli e quotidiani gestidi manutenzione che ci permettonodi tenere la strada pulita.Chiediamoquindi lacollaborazionedi tutti”. Il Comitatosi è creato qualche tempo faproprio per risolvere i problemiche avevano spazzato via latranquillità.“Ungruppo di ragazzi- ricordala signora Gianna- si ritrovava nel vicolo edra causa di schiamazzi fino atardanotte.Inoltre c’è il problemadelle deiezioni dei piccionie quelle dei cani. Abbiamo piùvolte chiesto al Comune maggiorattenzioneper poi rimboccarcile maniche e provvederedi persona”. Un bell’esempiodi civiltà che ha bisogno peròdella complicità di chi passeggiaquel bellissimo vicolo cheda Piaggia del Murello proiettain via del Saracino. “Curiamolanostra strada - concludeGianna - perchè ci sta a cuoreil nostro decoro.L’idea del cartelloè stata condivisa. Ci siamoconfrontati,abbiamo valutatoil messaggio da scrivere eauspichiamo che serva a migliorareil senso civico”.