L’ambiente in festa Sei giorni di spettacoli, sport, arte e convegni

Martedì, 1 Ottobre 2019

«OGGI il ministro parla di mettere l’ambiente nella Costituzione. Quell’ambiente che è nel nostro dna da 20 anni: nei nostri impianti produciamo un quantitativo di energia elettrica necessaria al fabbisogno di 70mila persone, un terzo della popolazione della provincia; e mandiamo 20mila tonnellate di materiale riciclabile alle aziende partner», dice il presidente Alessandro Fabbrini presentando il programma di ‘Ri-conoscere l’ambiente’, la manifestazione dedicata alla sostenibilità ambientale, al riciclo e alle buone pratiche promossa da Sienambiente, giunta alla sesta edizione. SONO sei giorni, da oggi a domenica, di sport, spettacolo, arte e convegni: 25 eventi diffusi, concerti, street art, incontri e appuntamenti, per grandi e piccini. La location principale sarà la Casa dell’Ambiente in via Simone Martini a Siena ma per la prima volta la rassegna uscirà fuori dai confini della sede di Sienambiente. L’altra novità è che quest’anno c’è anche il progetto di educazione ambientale, ‘Ri-conoscere l’ambiente Ragazzi’ realizzato in collaborazione con Legambiente Siena e pensato per gli studenti delle scuole medie e primarie. Il primo appuntamento è con la street art dell’artista Martoz: oggi a Poggibonsi verranno inaugurati due murales gemelli, uno in Largo Gramsci e uno al termovalorizzatore di Foci, che hanno per tema l’economia circolare. Domani si torna a Siena dove prenderà corpo il racconto fatto ai bambini e agli studenti dell’impianto delle Cortine, con le visite teatralizzate. Di ‘economia circolare, fra utopia e necessità’, domani, lo scienziato e neurobiologo Stefano Mancuso si confronterà su queste tematiche con il rettore Francesco Frati, l’economista Angelo Riccaboni e l’antropologo Fabio Mugnaini. UN ARGOMENTO affrontato in varie iniziative sarà quello della plastica, tra criticità e potenzialità connesse al riciclo rese possibili dagli impianti di Sienambiente. L’inaugurazione delle installazioni Eco-cavallo e il Mangiaplastica dell’artista Alessandro Grazi, sarà il punto di partenza per una riflessione sull’uso e l’abuso di questo prezioso materiale. Conclude la manifestazione la giornata di domenica dedicata allo sport, alle famiglie e ai più piccini: oltre ai consueti laboratori didattici, andrà in scena una sfilata con indumenti vintage e lo spettacolo per bambini ‘Magicamente plastica”, a cura di Corepla. La sera del sabato appuntamento con ‘Dna: che spettacolo la scienza!’ concerto di Deproducers al teatro dei Rinnovati.