«Nel 2021 tutta la città avrà una raccolta smart»

Sabato, 29 Giugno 2019

E mentre sulla costa ci si prepara a una rivoluzione che si metterà in moto a estate inoltrata e avrà il suo picco il prossimo anno, in città la rivoluzione parte già la prossima settimana e porterà a due tappe importanti: a ottobre e novembre il porta a porta scomparirà e dal 2021 in tutta l'area urbana ci sarà la raccolta differenziata con cassonetti di ultima generazione con scheda magnetica.Dopo una lunga sperimentazione, lunedì 8 luglio verranno installate le prime tre postazioni di cassonetti "Easy", della ditta Nord Engineering, partendo da via Davide Lazzeretti.«Si tratta di nuovi cassonetti - spiega l'assessora Simona Petrucci - con nuove caratteristiche».Il dettaglio lo specifica Alessandro Bisdomini, funzionario dell'ufficio ambiente del Comune di Grosseto-«Questi nuovi cassonetti - dice Bisdomini - non hanno la leva, hanno una bocca grande il doppio rispetto a quelli di via Sauro, ovvero 40 litri invece di 20, che si apre verso l'interno del cassonetto, non all'esterno, evitando così di sbattere sul camion e di rompersi durante lo svuotamento».I cassonetti saranno più grandi: «Quelli della carta, del multimateriale e dell'indifferenziato avranno un volume di 3.750 litri a fronte dei 3.200 litri dei cassonetti attuali. Per il vetro e l'organico la postazione standard sarà da 2.250 litri, il doppio rispetto a ora».Un altro vantaggio di questi cassonetti è che si svuotano da sotto e il camion che li solleva utilizza un braccio che permette di lavorare sia sul lato destro che sul lato sinistro del camion, e anche se ci sono auto parcheggiate davanti ai cassonetti.I cassonetti di via Sauro, che tante proteste hanno sollevato da parte dei cittadini, verranno tolti e sostituiti con questi nuovi modelli.«Ogni settimana monteremo 18 postazioni su Grosseto per coprire, a breve, 55 postazioni delle 102 previste per il 2019 - spiega l'assessora Petrucci - In più ad agosto compiremo un ulteriore step completando la copertura di postazioni in centro storico. Qui, ovviamente, le dimensioni dei contenitori saranno più contenute, in linea con i dettami della Soprintendenza, in modo che non siano troppo impattanti».E questo è solo l'inizio per tutta la città. «A fine 2021 tutta la città sarà fornita delle postazioni smart - conclude Petrucci e già da ottobre e novembre non sparirà il porta a porta sostituito con questi cassonetti».

Fonte